SICUREZZA: ZAIA, “ANCHE OGGI CRIMINALITA’ IMPAZZA. ASSEDIO A PADOVA. IL COLMO NEL VICENTINO. STATO COLPEVOLMENTE DISTRATTO DIMENTICA CITTADINI CHE VOGLIONO FARE DA SE’. COCENTE SCONFITTA PER LA LEGALITA’”

di admin
“Anche oggi il triste bollettino della criminalità nel Veneto è lungo e preoccupante. Ora basta, di fronte al colpevole disinteresse del Governo, che guarda da lontano e non muove un dito, finiranno per aver ragione i cittadini che, sempre più numerosi, si organizzano per difendersi da sé. Ma siamo alla dichiarazione di resa dello Stato.…

“A nome di tutti i veneti, quelli già colpiti dai delinquenti e quelli che temono di esserlo ogni giorno di più – Dice Zaia – torno per l’ennesima volta a chiedere a Renzi e al suo Governo un minimo di attenzione per gente che con le sue tasse mantiene mezza Italia. Servono più uomini e più mezzi per le forze dell’ordine, finanziamenti straordinari per apparecchiature di controllo e di difesa, e se tutto ciò non basta si impieghi l’Esercito. La situazione è eccezionalmente grave e richiede risposte eccezionali”.

“E poi – conclude Zaia – occorre che il Parlamento pensi immediatamente a metter mano a una legislazione farraginosa e permissiva, inasprendo le pene, facendo in modo che vengano scontate fino all’ultimo minuto e, in caso di stranieri colti in flagrante o condannati, rendendo possibile l’immediata espulsione. E’ perennemente accesa la luce rossa del warning, chi non la vede e non si comporta di conseguenza o è cieco o colpevolmente distratto”.

Condividi ora!