DECADENZA DA CONSIGLIERE REGIONALE. ASSESSORE COPPOLA: ANDRO’ FINO IN FONDO. IL RICORSO PRIMA DI NATALE: E’ UNA QUESTIONE DI VERITA’ E GIUSTIZIA

di admin
“Andrò fino in fondo a questa cosa, che non finisce oggi. Ringrazio il presidente Zaia per la fiducia che mi ha riconfermato e con il quale non c’è mai stato un momento di incomprensione. Non farei mai nulla per metterlo in difficoltà. In ogni caso, ho il diritto di ricorrere in Cassazione contro questa sentenza…

Ricordando che le motivazioni sono state depositate solo venerdì scorso e quindi non si poteva proporre prima il ricorso che sarà presentato nei prossimi giorni, ha voluto ribadire che il suo impegno rimane esattamente quello di prima, continuando a fare l’assessore e a frequentare il Consiglio regionale. L’assessore Coppola ha detto di essere molto amareggiata da tutta questa vicenda che dura ormai da troppo tempo. “Le valutazioni delle mie spese elettorali da parte del Consulente Tecnico Unico nominato dal magistrato – ha aggiunto – sono frutto di congetture, a fronte di nessuna documentazione provata”.

“E’ solo una questione amministrativa e non penale – ha concluso – ma per me è soprattutto una questione di verità e di giustizia che devo a me, ai miei familiari e soprattutto agli elettori. Credo che anche i Veneti stessi non meritino, in questo momento di poca fiducia nei confronti della politica, di avere dei dubbi nei confronti di persone che si sono sempre comportate onestamente”.

Condividi ora!