A Verona la 48ª edizione di Marmomacc. L’internazionale rassegna leader del settore marmo avrà luogo dal 25 al 28 settembre 2013.

di admin
Marmomacc – evento di riferimento per tutto il relativo settore – ha origini lontane e dettate dall’abbondante disponibilità di marmo, offerta dai monti veronesi. La Rassegna è sorta, quindi, non a caso, a Sant’Ambrogio di Valpolicella, nel 1961, nel sito produttivo di marmo, fra i più importanti d’Europa, noto sino dai tempi dei romani.

Ora, siamo alla 48ª edizione di una imponente ed internazionale manifestazione, guidata da Veronafiere ed ospitata in 12 padiglioni, ai quali s’aggiungono numerose aree espositive esterne. Nel tempo, la crescita di Marmomacc è stata enorme, come conferma la presenza di 1400 espositori da 60 Paesi, dei quali partecipano, per la prima volta, Irlanda, Singapore e Slovenia. Sono previsti in visita 44 delegazioni commerciali ufficiali e 55mila operatori qualificati da oltre 130 Paesi. Mentre, poi, ritorna la presenza della Palestina, debutta la Tunisia.
Nella realizzazione dei numerosi seminari e master in fatto di progettazione su pietra, la fiera veronese del marmo coinvolge 20 tra università italiane ed internazionali.
L’importanza di Marmomacc, www.marmomacc.com, rappresentando ogni comparto lapideo, per l’Italia è massima, occupando il relativo settore 36.000 addetti in 3357 imprese, con 3,8 miliardi di euro di fatturato. Solo nel Veronese, lavorano diverse aziende, di cui 60 d’estrazione e 457 di lavorazione, con circa 4000 addetti. La crisi, che incide anche, purtroppo, sull’occupazione, se ha ridotto il consumo interno di marmo, è resa meno pesante dall’esportazione che, rispetto al 2012, nei primi sei mesi di quest’anno è aumentata del 7,3%, per un valore di 896 milioni di euro.
Marmomacc è la più grande fiera italiana settoriale, che conferma la centralità della cultura del prodotto, ed una delle più significative nel mondo, con un potente valore aggiunto per Verona e forte capacità d’attrazione, verso la città scaligera, anche dal punto di vista turistico.

Condividi ora!