Inaugurazione anno scolastico Miozzi e Luciani hanno visitato l’istituto Berti di Verona In mattinata visitate anche altre tre scuole nell’area gardesana

di admin
In occasione dell'inizio del nuovo anno scolastico, il presidente Giovanni Miozzi e l'assessore alle Politiche per l'istruzione Marco Luciani sono stati in visita all'Istituto alberghiero Berti a Verona (Chievo). Ad accompagnarli nel saluto agli studenti c'era il nuovo preside Antonio Benetti.

Presidente Miozzi: “La giornata di oggi è importante per voi ragazzi perché su questi banchi state costruendo il vostro futuro. Il periodo scolastico è quello che vi fornisce la formazione professionale ma anche la vostra crescita personale e umana. Ecco perché la Provincia ha posto fra le sue priorità amministrative l’impegno per fornire edifici e servizi agli studenti che siano di qualità. Il nostro sforzo è di facilitare a voi e alle vostre famiglie il compito della crescita, in modo che ogni studente sia messo in condizione di dare il meglio di sé. Ne va del vostro futuro ma anche della prosperità dei nostri territori perché è agli studenti di oggi che, domani, toccherà impegnarsi per un benessere generale ancora maggiore”.

Prima del Berti, l’assessore Luciani era stato anche in altre scuole della provincia: all’istituto Marie Curie di Bussolengo, all’alberghiero Carnacina di Bardolino, all’istituto Calabrese-Levi di San Pietro in Cariano.

Assessore Luciani: “Anche quest’anno ho voluto trascorrere il primo giorno di scuola fra gli studenti, visitando quattro scuole. Mi ha fatto piacere constatare che tutto è filato liscio e che i 33 mila studenti delle scuole superiori veronesi hanno trovato tutto a posto. Questo è frutto della collaborazione e del lavoro dei mesi scorsi fra la Provincia, che è proprietaria degli edifici, l’Ufficio scolastico provinciale e le scuole. L’unica eccezione di quest’anno è l’alberghiero di Valeggio perché c’è la scuola nuova appena costruita che ha bisogno di un paio di giorni di sistemazione per far partire le lezioni da lunedì 16. L’altra novità riguarda proprio il Berti del Chievo che avrà altre aule nella succursale di via Cà di Cozzi. Proseguono invece i lavori al Ferraris, Marconi e Medi per l’ottenimento dei Certificati di sicurezza. La sicurezza dei ragazzi è la nostra prima preoccupazione e vogliamo che gli anni trascorsi a scuola vengano ricordati in maniera positiva, anche perché le relazioni di amicizia che nascono sui banchi spesso sono quelle che ci accompagnano tutta la vita”.

Condividi ora!