URBANISTICA. ASSEGNATO PREMIO “L. PICCINATO”

di admin
L’Università IUAV insieme all’ATER di Venezia, per la categoria pubbliche amministrazioni, con il progetto “Cinque punti per modificare il passato prossimo”, e Studio Veneto Progetti S.C. di S. Vendemiano (Treviso), per la categoria progettisti, con il progetto “Restauro della cinta urbica di Conegliano sulle pendici occidentali del colle del castello ed il progetto di recupero…

Il legnaghese Luigi Piccinato (1899-1983) è considerato il maestro dell’urbanistica in Italia e contribuì alla redazione di piani urbanistici di decine di città italiane e straniere. La Regione gli ha dedicato questo premio per promuovere i progetti, i processi amministrativi, le pratiche e le realizzazioni pubbliche e private che hanno come scopo quello di tutelare, di valorizzare e di arricchire il paesaggio e le strutture insediative del territorio veneto. Il concorso è articolato in categorie: una sezione del premio riguarda i processi, strategie e pratiche attuate da pubbliche amministrazioni; le altre sono riservate ai progettisti. La Giuria del Premio, designata dal Comitato Scientifico presieduto da Bruno Dolcetta, era presieduta da Franco Posocco.
Oltre ai vincitori, nella categoria pubbliche amministrazioni una menzione speciale è andata al comune di Rosolina (Rovigo), per gli studi preliminari di riconfigurazione dell’area Moceniga, e nella categoria progettisti all’arch. Marco Ardielli, per un progetto di riqualificazione del lungolago gardesano di Bardolino (Verona) .
“Il premio Piccinato – commenta il vicepresidente della giunta veneta e assessore al territorio – è una delle iniziative di maggio rilievo e originalità sulle tematiche della tutela e della valorizzazione del territorio. Si propone infatti di fungere da stimolo per enti pubblici e progettisti a immaginare le trasformazioni in termini di qualità e di sostenibilità”.

Condividi ora!