Verona e Fondazione Arena festeggeranno nel 2013 il 200° anniversario della nascita di Giuseppe Verdi e il 100° anniversario della prima rappresentazione di “Aida” nell’Arena romana, con numerosi eventi.

di admin
Giuseppe Verdi (1813-1901) fu musicista, compositore ed autore fecondo di melodrammi. Ne ideò 32, ma, il più noto ed il più apprezzato, il più rappresentato, anche per la sua spettacolarità, è quello che porta il titolo di "Aida". L'opera fu rappresentata la primissima volta presso il Teatro dell'Opera del Cairo, in occasione della sua inaugurazione,…

“Aida” è da sempre lavoro grandioso ed affascinante, che viene messo ripetutamente in scena nei migliori teatri del mondo. Ma, il più grande dei grandi, l’inimitabile di tali teatri, anche perché all’aperto, è l’Arena di Verona. In essa, ad iniziativa del veronese tenore Giovanni Zenatello (1876-1949), fu rappresentata per la prima volta, nell’anfiteatro veronese, la sera di domenica 10 agosto 1913, la grande “Aida” quale “Commemorazione Verdiana”, in occasione del centenario della nascita (1813-1913) dell’Autore di Busseto. Determinante e convincente fu l’idea del Tenore di Verona di trasformare l’Arena in teatro per le opere liriche, che, ormai, vi si tengono, da cento anni, avendo fatto e facendo di Verona la capitale mondiale della lirica, con tanto di museo.
A darci un complesso di dati certi sull’entità della prima “Aida”, presentata a Verona. è una copia del manifesto originale, annunciante l’esecuzione dell’opera stessa. In una bella cornice di raffigurazioni artistiche egiziane – disegno dell’architetto e scenografo veronese E. Fagiuoli (1884-1961) – il manifesto annuncia la celebrazione del “Centenario Verdiano – VERONA – GRANDE ARENA – VERONA (Anfiteatro romano)” e la già citata “Commemorazione Verdiana, PER INIZIATIVA DEL TENORE G I O V A N N I Z E N A T E L L O – 5 recite straordinarie della grandiosa opera-ballo in 4 atti AIDA di Antonio Ghislanzoni – Musica del Maestro Giuseppe Verdi (Proprietà della Casa Editrice G. RICORDI & C. – Milano)”.
Continua, quindi, il manifesto: “ELENCO ARTISTICO (per ordine alfabetico): Mazzoleni Ester – Mansueto Gaudio – Malfatti Ugo – Maugini Carlo – Passuello Amerigo – Zenatello Maria (Gay) – Zenatello Giovanni. Maestro concertatore e Direttore d’Orchestra, TULLIO SERAFIN. Maestro sostituto e Direttore del Coro, Ferruccio Cusinati, altro Maestro sostituto Paolo Legnani, suggeritore Cenni Evaristo, Direttore di scena Carotini Napoleone, Violino di spalla Barrera Federico, Coreografo Biancifiori Enrico, Prima ballerina Galli Dolores”. Vengono segnalati: “120 prof. d’orchestra – 180 coristi d’ambo i sessi – 40 ballerine – 40 ragazzi – 280 comparse – 12 trombettieri – 50 corifee – Banda sul palcoscenico – Trombe egiziane – 30 cavalli – buoi.
Fornitori: Musica G.RICORDI e C. Milano – Vestiarista SARTORIA TEATRALE ITALIANA (S-T-I) Venezia – Calzature Calzoleria Tratrale BERTOLETTI Milano Parrucche ANT, GAI Venezia – Elettricista BEZZI ALESSANDRO e FIGLI Milano – Macchinista P. GALLERANI e C. Milano.
Agenzia Teatrale: Cav. G. Lusardi – Milano, Architetto: ETTORE FAGIUOLI – Verona. ABBONAMENTO PER 5 RAPPRESENTAZIONI: Posti distinti L. 20 – I. posti L. 12 – Palchi di platea L. 75 (escluso l’ingresso). PREZZI NORMALI D’INGRESSO: Posti distinti L.5 – I. posti L. 3 – II. posti L. 2 – III. posti L.1 INDISTINTAMENTE – Palchi L.20 (escluso l’ingr.). Per gli abbonamenti e per l’acquisto di biglietti rivolgersi all’Agenzia Scolari. via Mazzini – Verona.
La prima recita, salvo casi imprevisti, avrà luogo la sera di Domenica 10 Agosto alle ore 20,45. Le altre seguiranno: Martedì 12, Venerdì 15, Domenica 17 e Martedì 19. NB. In caso di pioggia, la recità verrà rimandata alla dsera seguente. FACILITAZIONI FERROVIARIE. Prezzo della presente edizione L. 1”.

Già grande nella mente di Giuseppe Verdi, più grande ad Il Cairo, quindi, alla Scala di Milano e nell’Arena di Verona nel 1913 – come illustrano i dati del manifesto sopra riportato – grandissima sarà l’AIDA del Bicentenario e del Centenario, che celebreremo nel 2013. Del tutto, è direttore onorario Plácido Domingo, mentre 58 sono le serate d’opera previste. Da parte nostra, suggeriamo la stampa di qualche cartolina artisticamente commemorativa, con spazio per indirizzo e saluti, da consegnare, per la spedizione, ad ogni spettatore, al momento della presentazione del biglietto d’ingresso allo spettacolo.

Condividi ora!