Positivo il bilancio 2011 di Fondazione Arena. Grandi eventi programmati per il “centenario” del 2013.

di admin
Il 2013 sarà un anno da ricordare per i numerosi eventi operisticici – tutto è nelle mani del direttore artistico onorario Placido Domingo, che ha già programmato 58 serate per il Centenario – celebrativi e commemorativi dell'anno 1913, in cui si tenne, il 10 agosto, la "Commemorazione Verdiana per iniziativa del tenore Giovanni Zenatello".

Ma, mentre saremo lieti di tornare doverosamente su tale tema in un secondo tempo, dobbiamo soffermarci sui positivi dati che ci offre il bilancio definitivo del passato 2011, dati presentati dal sovrintendente Francesco Girondini, in presenza dell’assessore provinciale Marco Ambrosini.
Premessa la volontà di conferire al bilancio la massima trasparenza con riferimento all’operato della Fondazione Arena, la stessa segnala, per il 2011, dati interessanti e significativi, che parlano da soli: 127 rappresentazioni; 508.375 spettatori (+8% rispetto al 2010); 197 spettacoli e manifestazioni collaterali; 3 tournée all’estero; 27,4 milioni di incassi (più 17 milioni di contributi statali), il tutto con la collaborazione di 1290 persone, di cui 296 a tempo indeterminato e 994 a tempo determinato.
Le opere messe in scena nel 2011 sono state 6 con 9500 presenze medie a spettacolo e 12.000 spettatori all’evento “Arena 2011 – Lo spettacolo sta per iniziare”. Si sono tenuti, quindi, 197 concerti, 62 rappresentazioni della Stagione lirica, di Balletto e Sinfonica, 5 spettacoli della rassegna Verona Contemporanea e 11 eventi e spettacoli per le scuole. La Fondazione Arena si è fatta conoscere con suoi capolavori, sempre nel 2011, a Zagabria, in Israele e in Oman. Grande è stato il contatto diretto online con possibili spettatori, interessati a partecipare all’opera, nonché di forte entità è stato l’interessamento della stampa per gli eventi realizzati dalla Fondazione, come confermano i 13.400 articoli e comunicati apparsi sui mezzi dicomunicazione.
Il tutto ha creato un utile, fortemente in aumento, rispetto al 2010, di 485.921€ (bilanci positivi da quattro anni), 55,8 milioni di valore della produzione, con costi di 49 milioni di euro, tenendo presente che la maggior parte, per quanto possibile, del materiale necessario stato acquistato, per 12,4 milioni, nel Veronese o nel Veneto. Sponsorizzazioni in aumento e contributi pubblici e privati hanno inciso per un 40,1% sul valore della produzione. Valori forse difficili da valutare, ma, nel complesso, tali da apportare a Verona e provincia un indotto, che s’aggira sui 450 milioni di euro. Numeri a parte, Fondazione Arena ha tenuto in alta considerazione molte attività didattiche (divulgazione e trasmissione della cultura teatrale e musicale), con iniziative per i giovani, le scuole e le università. Biglietti a prezzo ridottissimo sono stati posti a disposizione degli anziani, in collaborazione con la Provincia di Verona, ovviamente interessata alla migliore ripercussione economica degli spettacoli areniani su tutto il Veronese.

Condividi ora!