ACQUE DI BALNEAZIONE: IN VENETO TUTTE IDONEE PER IL 2013

di admin
La Regione, in accordo con ARPAV, ha già effettuato le analisi sulla qualità delle acque di balneazione del Veneto, dichiarandone l'idoneità per l'inizio della stagione balneare 2013. "Il risultato è sicuramente confortante – anticipa l'assessore all'ambiente Maurizio Conte – e tutte le acque di balneazione risultano classificate come idonee. Solo in 16 casi la qualità…

In applicazione del Decreto del Ministero della Salute, d’intesa con il Ministero dell’ Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, del 30 marzo 2010, la Regione, avvalendosi di ARPAV, ha dato corso ai controlli di qualità sulle acque di balneazione regionali, basati sui parametri microbiologici Escherichia coli ed Enterococchi intestinali, ai fini della classificazione delle acque di balneazione valida per l’inizio della stagione balneare 2013. Il programma di monitoraggio è articolato su 167 punti di controllo, così distribuiti: 93 sul mare Adriatico; 1 sullo specchio nautico di Albarella; 65 sul lago di Garda; 3 sul lago di Santa Croce; 1 sul lago del Mis, 2 sul lago di Lago e 2 sul lago di Santa Maria. Tutte le acque di balneazione del Veneto risultano classificate come idonee, ossia di qualità “eccellente”, “buona” o “sufficiente”, per l’inizio della stagione balneare 2013. Tutti i punti di balneazione esaminati risultano di qualità “eccellente” salvo che per alcuni punti di pertinenza dei comuni di Chioggia (1 punto di qualità “buona” e 7 punti di qualità “sufficiente”), di Rosolina (2 punti di qualità “buona” e 2 punti di qualità “sufficiente”) e di Porto Tolle (3 punti di qualità “buona” e 1 punto di qualità “sufficiente”).

“Quest’anno – continua Conte – abbiamo iniziato ad analizzare anche le acque della Spiaggia delle Conchiglie a Porto Tolle, riscontrandone caratteristiche eccellenti. Direi che questi risultati dimostrano la bontà dell’ operato della Regione e l’impegno nella protezione dell’ambiente e nella tutela della qualità dell’acqua, questo però non vuol dire che possiamo abbassare la guardia, continueremo sia a migliorare l’efficienza del sistema regionale di depurazione, sia a controllare la qualità delle acque dei nostri corpi idrici, per finalità ambientali e naturalmente anche in funzione della balneazione”. “Possiamo tranquillamente dire -conclude l’assessore – che la prossima stagione balneare si presenta già da adesso sotto i migliori auspici per tutti: operatori e bagnanti”

Condividi ora!