A4: FERMATO DALLA POLSTRADA SU PORSCHE RUBATA

di admin
Il furto di veicoli prestigiosi rimane sempre un'attività criminale redditizia, soprattutto se il veicolo ha un valore commerciale di 105.000 euro e la sua linea è sportiva. Con queste "credenziali" si apre l'autostrada del traffico internazionale di veicoli rubati ma il ladro, in questo caso, ha trovato ad attenderlo le pattuglie della Polizia Stradale di…

IL FATTO: Milano, 17 novembre, una nuovissima Porsche 911 Carrera viene sottratta al proprietario che, come immaginabile, si precipita in  Questura a denunciarne il furto.
Il veicolo, con ogni probabilità, viene “congelato” in qualche capannone dell’hinterland in attesa che si “calmino le acque” e, approfittando del break forzato, il ladro sostituisce le targhe originali con delle targhe tedesche.
Nel pomeriggio dell’11 dicembre il 49enne romano N.M., confidando sul tempo ormai trascorso, si pone alla guida della sportiva d’oltralpe e, imboccata l’autostrada A4, si dirige verso Verona.
L’uomo, per sua sfortuna, giunto all’altezza di Desenzano incrocia una pattuglia della Stradale di Verona Sud, la quale nota immediatamente l’auto lussuosa e, memore dei traffici illeciti, intima senza indugio l’alt al conducente il quale, scalata la marcia, riesce ad allungare la distanza dalla pattuglia. Dopo qualche minuto d’inseguimento, la sala operativa della Polstrada allerta le altre pattuglie sul territorio e in breve viene creato un “tappo” per cui al fuggitivo non rimane altro che fermarsi e lasciarsi infilare ai polsi le manette dei poliziotti.
LE CONSEGUENZE: il ladro, con numerosi precedenti all’attivo, era stato da poco dimesso da un carcere spagnolo dove aveva scontato una pena per traffico di droga ed ora, fermato dagli agenti della Stradale con l’accusa di ricettazione, è stato associato al carcere di Verona in attesa di giudizio.
Al proprietario della Porsche non è rimasto altro che ringraziare la Stradale per il gradito dono recapitato direttamente sotto l’albero natalizio.

Condividi ora!