BORSA DI STUDIO “GAVINO PIANA” ALLA MIGLIOR TESI DI LAUREA SUL TEMA DELL’INCENTIVAZIONE DEL LAVORO FEMMINILE

di admin
Il riconoscimento, istituito quest’anno dallo storico Studio Piana di Treviso, sarà consegnato giovedì 13 dicembre alle 15,00 nell’ambito del seminario “Regole antidiscriminatorie e pari opportunità. Le donne nel mercato del lavoro del nuovo secolo” promosso dall’Università degli studi di Padova a Palazzo San Leonardo – Treviso.

Parteciperà Antonio Vallebona, tra i massimi esperti nazionali di diritto del lavoro.
Dalla teoria alla pratica: dopo la premiazione, la consigliera di parità della Provincia di Treviso Stefania Barbieri porterà testimonianza di due buone pratiche locali.
In quasi cinquant’anni di storia la presenza e, soprattutto, l’impegno femminile hanno rappresentato un’indispensabile costante nell’organizzazione dello Studio Associato Piana*, realtà trevigiana specializzata in consulenza del lavoro ed aziendale: per la prima edizione della borsa di studio “Gavino Piana” (intitolato al fondatore dello studio) riservato a neolaureati in Giurisprudenza, Scienze Politiche e Economia degli atenei di Padova, Venezia e Verona è sembrato dunque naturale scegliere come tema lo studio di forme di organizzazione e gestione del lavoro incentivanti il lavoro femminile. L’argomento su cui i giovani laureati sono stati invitati a riflettere non è casuale. Tanto più se si considera la situazione nella Marca, “maglia nera” in Veneto per l’occupazione femminile: negli ultimi tre anni il tasso di occupazione delle donne è calato di 10 punti percentuali, passando dal 58,2% del 2008 al 49% del 2010 (la media regionale registra un calo di donne occupate inferiore: dal 55,5% nel 2010 al 53,3% nel 2010 – dati Eurostat).
Il premio, riservato nello specifico a tesi di laurea magistrale o specialistica per titoli conseguiti tra il 30 giugno 2011 e il 31 luglio 2012 che sviluppino l’argomento scelto per la I edizione del riconoscimento, sarà consegnato giovedì 13 dicembre nell’ambito del seminario “Regole antidiscriminatorie e pari opportunità. Le donne nel mercato del lavoro del nuovo secolo” promosso dall’Università degli studi di Padova, in programma alle 15,00 nell’Aula Magna a Palazzo San Leonardo – Treviso.
LA TESI VINCITRICE. La tesi vincitrice è stata selezionata da una commissione giudicatrice presieduta da Marina Brollo, docente dell’Università di Udine, e composta da Adriana Topo, professore straordinario di Diritto del lavoro nell’Università degli Studi di Padova, Renato Artico, ragioniere commercialista dello Studio Associato Piana. In palio per l’autore la somma di euro 2.000. Il vincitore sarà annunciato nel corso del pomeriggio.
GLI OBIETTIVI DEL PREMIO. Lo Studio Piana ha istituito quest’anno la borsa di studio con l’obiettivo di dare continuità a quei valori in cui Gavino Piana, che fondò la società nel 1963, credeva con fermezza: la collaborazione fattiva nell’ambiente lavorativo, la lealtà, la condivisione degli obiettivi professionali da parte di tutta la struttura. Un messaggio che vuole essere oggi condiviso con i giovani laureati, ai quali viene riservato un concorso che ne premi la capacità di analisi e quella di intravvedere soluzioni adeguate ai tempi attuali e al mercato del lavoro contemporaneo.

IL SEMINARIO. Il seminario “Regole antidiscriminatorie e pari opportunità. Le donne nel mercato del lavoro del nuovo secolo” sarà introdotto da Adriana Topo e, a seguire, interverrà Antonio Vallebona, professore ordinario di Diritto del lavoro nell’Università di Roma Tor Vergata e punto di riferimento a livello nazionale per le questioni legate al diritto del lavoro (è autore di numerosi manuali e saggi, collabora con Il Sole 24 Ore e altre testate specializzate), con un intervento su “Il licenziamento discriminatorio”. Sarà quindi premiato il vincitore per la migliore tesi di laurea magistrale “Gavino Piana” e, infine, Stefania Barbieri, consigliera di parità della Provincia di Treviso, presenterà due case history di integrazione della donna nel mondo del lavoro.

Condividi ora!