I partiti che sostengono Monti hanno un altro suicidio sulla coscienza?

di admin
E’ di questi giorni una tragica rinnovata notizia: un piccolo imprenditore veneto si è ucciso. Molte sono state le iniziative messe in campo per evitare il ripetersi , l’emulazione, di chi disperato trova che il suicidio sia l’unica strada dignitosa per fronteggiare la crisi.

Questi pacchi bomba sociali che fanno male solo a se stessi sono il frutto della politica economica introdotta dal Governo Monti ed appoggiata da PD-PDL e dintorni. Si parla, per apprezzare il Governo ed i suoi sostenitori, di serietà si parla di credibilità, ma nei confronti di chi? Non certo nei confronti degli italiani, forse nei confronti del FMI, delle banche internazionali, degli speculatori che stanno affossando l’Italia attraverso lo spread come se questo fosse un frutto automatico. Questo impoverimento che si abbatte su tutta l’Italia e di cui non vediamo la fine, è frutto di scelte precise, di mercati lasciati liberi di strangolare le economie. Eppure il sistema si protegge, i grandi media foraggiati dal sistema parlano di manovre positive, di un Monti che è il salvatore della Patria, ecc
Tutte balle, tutto inventato per accudire la finanza internazionale che gronda sangue ogni qual volta aiuta ( si fa per dire) uno Stato. Speriamo che la gente invece che prendersela con se stessi se la prenda con chi è causa di ciò e non voti più questi partiti che si nascondono dietro un Monti che si fa gli affari suoi e di pochi banchieri, anche attraverso gli stereotipi del fisco ed altre amenità di cui si riempie la bocca chi non sa fare nulla. Occorre andare a votare e assegnate le colpe a chi ha preso le decisioni più di parte e le ha sostenute, non deve essere votato. Speriamo che queste prossime elezioni dato il momento di crisi del vecchio sistema siano segnale di svolta e speriamo, ancor di più che chi assumerà incarichi non si faccia ammansire dai miliardi con cui di solito vengono comprati.

Condividi ora!