Successo del “Bollito con la Péarà” ad Isola della Scala. Una fiera-festa popolare da 45.000 piatti…

di admin
La tradizione ed il piacere del palato vincono sempre. La squisitezza della notissima specialità gastronomica della provincia di Verona, il "Bóì co' la Péarà", che si poteva gustare ad Isola della Scala, per ben 18 giorni, dall'8 al 25 novembre scorsi, ha segnato un ulteriore, grande successo.

Preparati magistralmente da quattro macellerie veronesi, presenti alla rassegna, in base a preziose, antiche ricette, sono stati 20.000 i piatti di “Bollito e Péarà” richiesti, seguiti da 9000 di risotto e da 3000 di tortelli di zucca o di tagliatelle in brodo con fegatini: Madòna che maravéia! Il tutto, per un totale di 45.000 fra primi e secondi piatti serviti. Gli alimenti più semplici di una volta, quelli che i veronesi amano da sempre, hanno richiamato ad Isola della Scala, in Polariso, per la XII “Fiera del Bollito” una media di 2000 appassionati o buongustai al giorno.
L’Ente Fiera di Isola della Scala, organizzatore della manifestazione, merita elogio e complimenti, perché la sua azione, non solo anima l’ambiente in cui agisce, ma contribuisce a creare lavoro e ricchezza, usando e valorizzando prodotti

Condividi ora!