Innsbruck e Verona: Alpi e Giulietta. La Delegazione dell’Ente Turismo della Città del Tirolo – grande centro d’attrazione, anche d’inverno – entusiasta di Verona, dei suoi prodotti e delle sue terre.

di admin
Si è felicemente rinnovato l'incontro, nella Sala Rossa della Provincia, fra Innsbruck - rappresentata dal presidente dell'Ente Turismo cittadino, Karl Gostner, dall'assessore al Comune di Innsbruck, Rudi Federspiel, e dal direttore Hermann Weiskopf – e Verona, sempre accogliente, nella persona del presidente del Consiglio provinciale, Antonio Pastorello.

Un incontro ad alto livello, i cui inizi risalgono al 1999, quando Rudi Federspiel, alla ricerca di collaborazione e di amicizia per la sua Innsbruck, fu a Verona a tale scopo. Sin dai primi contatti, i risultati si sono fatti sentire con consistente scambio turistico fra Città delle Alpi e Città dell’Amore, ambedue favorite dall’autostrada del Brennero e dal collegamento ferroviario: in circa tre ore e mezzo, si raggiunge Innsbruck e viceversa. Fatti, quindi, e non solo parole. Molto gradita è stata, durante la conferenza-stampa, l’espressione del Presidente Gostner, che parlando di Verona, ha detto “…la sento come casa mia”! Contatti che creano intensa collaborazione e che uniscono nel comune interesse!
Quale validissimo simbolo di augurio natalizio, la Delegazione d’Oltralpe ha voluto rendere omaggio a Verona facendole conoscere un particolare albero di Natale. Un esemplare unico, alto circa un metro e mezzo, a forma conica – il fratello maggiore, nel centro di Innsbruck, misura 18 metri. L’albero, che appartiene al noto imprenditore tirolese Langes Swaroski, sembrava parlare con innumerevoli cristalli che, con le loro luci, annunciavano l’arrivo della grande Festa di Natale… La Città dell’Inn è stata quindi illustrata da un bellissimo documentario a colori, girato dallo stesso direttore Hermann Weiskopf, noto ed esperto in materia. Se Innsbruck infatti è accogliente d’estate, lo è pure d’inverno, con i suoi stands natalizi, con la sua neve, con le sue offerte sciistiche e non ultimo, con le sue birrerie, con i “Gasthof”, con i suoi piatti tipici e attraenti. Un’accoglienza, che con il suo modo di fare, simpatico e particolare, ha accresciuto sensibilmente il numero di veronesi, che – grazie al gemellaggio in essere – scelgono la vicina Innsbruck, per una vancanza interessante e culturale, al tempo stesso. Una città, Innsbruck, da inserire quindi nel calendario delle possibili escursioni, realizzabili durante tutto l’anno…
Ma, la Città delle Alpi, con il suo calore e con la sua storia, si poteva vedere rappresentata efficacemente anche negli stands e nei piatti tipici, che venerdì, sabato e domenica 2 dicembre, lo stesso Ente Turismo dell’Inn aveva organizzato nella vicina Garda.
I contatti si rafforzano, le relazioni godono di buona congiuntura… Nel marzo 2012, una delegazione veronese, assieme a quelle di Casaleone e di Negrar, aveva potuto presentare, presso il Mercato Ortofrutticolo cittadino di Innsbruck – con la collaborazione dei Signori suddetti ­– rispettivamente il Radicchio rosso di Verona, piatti tipici al Radicchio, l’Amarone ed il Rosato della Valpantena, nonché il pregiato Olio extravergine d’oliva della Valpolicella, con grande successo.
La Delegazione innsbruckense è stata quindi invitata dall’Assessorato al Turismo, dalla Pro Loco e dalla Confraternita del Radicchio rosso di Casaleone, ad un elegante assaggio di piatti al Radicchio, preparati dal ristorante “La Colombara”, San Vito di Legnago, che sono stati molto apprezzati per qualità e sapori. Tale prodotto è degno di raggiungere le tavole estere. Cosa confermata, infatti, dalla visita, successivamente fatta all’azienda, moderna ed attiva, la Cooperativa Agricola Geofur di Legnago; visita che ha permesso di constatare de visu alla Delegazione di Innsbruck la coltivazione, la raccolta ed il confezionamento del Radicchio nelle sue diverse qualità ed di altri importanti prodotti della terra veronese.
Si sono pure gettate le basi per ulteriori incontri: si sta preparando – con la collaborazione dell’Ente innsbruckense in parola – un’importante trasferta del veronese Coro “La Parete”, per una rappresentazione in una piazza, in una sala ed in una chiesa nella Città del Tirolo.
Verona-Innsbruck e Innsbruck-Verona: ottimi, felici rapporti costruttivi, che, oltre a dare potenti spinte economiche alle realtà reciproche locali, rafforzano amicizia e conoscenza, superando felicemente i confini del Brennero!

Condividi ora!