Banca Veronese: patrimonio a 96 milioni con utili in forte crescita

di Redazione
Un anno soddisfacente quello del 2023 per Banca Veronese. Questa mattina, a Veronafiere, l'assemblea dei soci ha tracciato il bilancio di quella che il DG Marchi ha definito ai nostri microfoni «una banca sana».

Si è svolta questa mattina nell’auditorium Verdi della fiera di Verona, l’assemblea dei soci di Banca Veronese. Un momento di confronto e di bilanci positivi per la banca che, l’anno scorso, ha celebrato i suoi primi 120 anni di storia. A condurre i soci durante i lavori, il direttore generale Andrea Marchi e il presidente Martino Fraccaro.

Come sottolineato da Marchi: «Il bilancio che possiamo tracciare oggi è quello di una banca sana, una banca che quest’anno ha registrato 10,6 milioni di utili, portando quindi il patrimonio a più di 96 milioni di euro. Possiamo dire che Banca Veronese ha una raccolta complessiva di più di un miliardo di euro».

«Il 2023 – continua Marchi – è stato per noi un anno veramente importante perché abbiamo festeggiato i nostri primi 120 anni a Isola della Scala a dicembre con 1200 soci. Abbiamo fatto una grande festa che ha ripercorso un po’ tutta la nostra storia. Abbiamo delineato anche il nostro futuro, che vogliamo investire nella tecnologia e nel capitale umano, per favorire la digitalizzazione e il percorso green».

«Con questo bilancio possiamo affrontare aziende di maggiori dimensioni con le quali la nostra banca sta tessendo dei rapporti istituzionali, in modo particolare nella zona della città – afferma il presidente Fraccaro -. Il 2023 è stato un anno molto importante, non solo insomma per gli utili, ma anche per i 120 anni della banca: una bellissima festa in cui abbiamo avuto il riscontro riscontro di 1200 soci. È stata una grande soddisfazione per la banca e anche per me, che sono in Banca Veronese dal 1975».

Condividi ora!