Turismo sul Garda. De Beni: «Ottimisti per la stagione che sta iniziando»

di Matteo Scolari
Nonostante una partenza a singhiozzo dovuta al maltempo durante la Pasqua, la stagione sul Lago di Garda si prospetta molto positiva.

Nel corso dell’ultima puntata di Focus Verona Economia, trasmessa su Radio Adige TV, Ivan De Beni, presidente di Federalberghi Garda Veneto, ha condiviso le proprie riflessioni e anticipazioni riguardo alla stagione turistica 2024 sul Lago di Garda. La stagione è stata inaugurata con un evento presso il Bistro du Lac, a testimonianza dell’importanza del turismo per l’area e delle aspettative positive per l’anno in corso.

De Beni ha evidenziato il successo dell’iniziativa di apertura stagione, «un momento di condivisione tra albergatori, autorità locali e responsabili degli uffici turistici, volto a ringraziare chi lavora quotidianamente per il turismo» Questo evento ha segnato l’inizio ufficiale della stagione turistica, sottolineando l’importanza degli uffici turistici nel fornire ai visitatori tutte le informazioni utili per godere al meglio del loro soggiorno.

Nonostante le condizioni meteorologiche non ottimali durante il ponte pasquale, De Beni ha riportato una buona affluenza turistica, con un’occupazione alberghiera del 70%. Questo dato, sebbene inferiore alle aspettative a causa del clima e della Pasqua anticipata, dimostra la capacità di attrazione del Lago di Garda e la sua resilienza come destinazione turistica.

Il presidente ha anche condiviso dati incoraggianti sulle prenotazioni per la stagione in corso, con un incremento rispetto all’anno precedente, segno di un interesse crescente verso il Lago di Garda. Tuttavia, ha espresso cautela nel prevedere i risultati finali della stagione, sottolineando l’importanza di attendere dati più consolidati.

Un tema centrale dell’intervista è stato l’importanza di gestire in modo sostenibile l’afflusso turistico, per preservare la qualità della vita dei residenti e garantire un’esperienza positiva ai visitatori. De Beni ha evidenziato la collaborazione tra le diverse sponde del lago e la città di Verona per promuovere un turismo responsabile e sostenibile, riconoscendo il Lago di Garda e Verona come destinazioni complementari.

L’intervista ha toccato anche l’importanza delle questioni ambientali, la sicurezza informatica e la gestione dei costi energetici, dimostrando l’impegno di Federalberghi Garda Veneto nel supportare gli albergatori in questi ambiti. De Beni ha concluso sottolineando il forte tasso di fidelizzazione dei turisti, in particolare tedeschi, che considerano il Lago di Garda come una meta ricorrente per le loro vacanze.

L’intervento di Ivan De Beni dal minuto 21.39

Condividi ora!