REVO lancia la copertura per PMI contro i rischi informatici

di admin
Nasce l'innovativa polizza in ambito Cyber che include anche una preliminare analisi di vulnerabilità dei sistemi informativi.

REVO Insurance, unico operatore italiano focalizzato nel business delle specialty lines e dei rischi parametrici per le  PMI, entra nel mercato della cybersicurezza e lancia una copertura contro i rischi derivanti da crimini informatici. La scelta della Compagnia rientra  nella strategia di crescita che prevede la costruzione di prodotti sulla base dell’ascolto delle reali esigenze delle aziende: basti pensare che nel 2022,  secondo il rapporto Clusit, il 67% delle organizzazioni italiane ha subito un attacco informatico e che il 14% ha subito impatti considerevoli quali interruzione dell’operatività aziendale, costi di ripristino e risarcimento, oltre a danni d’immagine.  

REVO SpecialtyXCyber Risk, questo il nome del prodotto messo a punto da REVO, è la soluzione assicurativa per la Responsabilità Civile verso Terzi a tutela dell’impresa o dello studio professionale da rischi derivanti da attacchi informatici. Le coperture previste dall’ampio pacchetto base consentono di tutelarsi nel caso di:

  • violazione dei dati e della sicurezza,
  • inosservanza della legge sulla notifica della violazione,
  • violazione della privacy  policy dalla quale derivi una violazione della legge sulla privacy, compresa la raccolta illecita non intenzionale di dati personali. 

La polizza può sempre essere arricchita da una serie di garanzie accessorie che coprono i danni diretti quali ad esempio: costi dei servizi di gestione  dell’incidente, perdite da interruzione delle attività, perdite da cyber-estorsione a seguito di ransomware e danni patrimoniali da e-crime.  

Un’offerta quindi completa e modulabile, che consente alle PMI di individuare le proprie aree a rischio e tutelarsi di conseguenza, previa conferma di  poche informazioni: per esempio ai clienti con un fatturato fino a 5 milioni di euro viene richiesta solo la partita IVA. L’intermediario, infatti,  attraverso la piattaforma proprietaria OverX, è in grado di gestire, grazie alla tecnologia e sulla base di complessi algoritmi di calcolo predittivo, tutto  il processo di quotazione del rischio, accettazione ed emissione. 

SpecialtyXCyber Risk include inoltre servizi complementari gratuiti ad alto valore aggiunto e, in particolare, un’analisi delle vulnerabilità dei sistemi  informatici dei clienti, che consente di metterne in sicurezza il perimetro digitale esposto post sottoscrizione. Questo grazie alla collaborazione con  Rexilience, partner tecnologico di REVO specializzato in protezione informatica. Infine, la polizza include, in collaborazione con primari partner per servizi di assistenza post incidente in ambito IT forensic, legale e comunicazione; tutto questo senza applicazione della franchigia di polizza per le prime  48 ore dalla chiamata al numero dedicato.  

«Semplificazione e rapidità di risposta sono i nostri driver da sempre e REVO SpecialtyXCyber Risk ne è l’ulteriore conferma – commenta Domenico D’Alfio,  Head of Financial Lines di REVO -. È una soluzione assicurativa innovativa perché estremamente accessibile: nella realizzazione abbiamo infatti lavorato  all’identificazione delle coperture fondamentali a seconda delle dimensioni dell’azienda, così da consentire un approccio graduale alla copertura cyber  beneficiando comunque della possibilità di customizzare il prodotto».


Condividi ora!