De Zorzi, BCC Valpolicella Benaco Banca: «La sostenibilità è un nostro valore fondamentale»

di admin
Nel corso dell’ultima puntata della 19esima Settimana Veronese della Finanza, Alessandro De Zorzi, direttore generale di BCC Valpolicella Benaco Banca, ha illustrato la situazione attuale del mercato finanziario e ha ricordato il legame della banca con il comparto agroalimentare e turistico.

Nel corso dell’ultima puntata della 19esima Settimana Veronese della Finanza, Alessandro De Zorzi, direttore generale di BCC Valpolicella Benaco Banca, ha illustrato la situazione attuale del mercato finanziario e ha ricordato il legame della banca con il comparto agroalimentare e turistico.
Secondo lei, perché in linea generale c’è stata una riduzione degli impieghi? È più il timore da parte degli investitori oppure effettivamente le banche sono un po’ più attente?
Io credo che la situazione che stiamo vivendo adesso sia una situazione che abbiamo già visto. Forse uno degli elementi che ci ha colpito di più è stata l’accelerazione di questo elemento e l’effetto accumulo. Da una parte abbiamo trovato un grande rincaro energetico e anche l’incremento dei tassi, due fattori che hanno messo a dura prova imprese e famiglie. Dal nostro osservatorio sul Garda abbiamo visto negli anni grandi investimenti per aumentare la qualità, un elemento che noi abbiamo ovviamente accompagnato sia come banca di credito cooperativo che come gruppo bancario. L’altro aspetto è quello fortemente agroindustriale e vitivinicolo, che anche questo è cresciuto con l’apporto della della della nostra banca ed è cresciuto molto in termini di qualità.
La filosofia legata alla transizione energetica ed ecologica è ben presente anche all’interno del vostro istituto, corretto?
Io credo davvero che oggi fare sostenibilità significhi avere attenzione alle dinamiche sociali dei nostri territori e avere una gestione equilibrata della società. Questo valore è scritto nel nostro statuto, nel quale affermiamo che noi abbiamo l’obiettivo di sostenere moralmente, economicamente e socialmente i nostri territori. Al centro dell’attenzione per noi è la valorizzazione dei nostri dipendenti e la professionalità che riservano ai clienti. Per noi è un valore enorme. Un altro aspetto per noi fondamentale è la visione che abbiamo rispetto al futuro.
Come banca siete molto attenti anche al comparto vitivinicolo: dopotutto la vostra banca porta un nome che è diventato ormai un marchio mondiale…
La domanda mi crea anche una certa emozione, perché siamo cresciuti anche grazie al supporto che abbiamo ricevuto dal mondo vitivinicolo. Siamo una banca recente e siamo cresciuti proprio grazie alle realtà del territorio, in particolare del comparto agroalimentare.

Guarda la puntata completa

Condividi ora!