InWith, le lenti a contatto smart saranno presto realtà?

di admin
Ormai è passato circa un anno da quando l’azienda tech californiana InWith Corporation ha presentato per la prima volta, nel corso del CES 2022, il primo prototipo di lenti a contatto smart. Questi futuristici dispositivi, infatti, propongono di correggere difetti visivi come la presbiopia, e al contempo di offrire servizi di realtà aumentata e di…

Ormai è passato circa un anno da quando l’azienda tech californiana InWith Corporation ha presentato per la prima volta, nel corso del CES 2022, il primo prototipo di lenti a contatto smart. Questi futuristici dispositivi, infatti, propongono di correggere difetti visivi come la presbiopia, e al contempo di offrire servizi di realtà aumentata e di monitoraggio delle proprie condizioni fisiche in tempo reale. Perdipiù, similmente ai Google Glass, le lenti a contatto smart potranno essere connesse ad uno smartphone, in modo da tenere sempre sotto controllo le chiamate, gli SMS e le notifiche dei propri account social.

Si tratta, insomma, di una vera e propria rivoluzione tanto dell’ambito tech quanto del settore oculistico internazionale. Eppure, dopo un anno dalla presentazione del prodotto durante l’evento CES 2022 che si è tenuto a Las Vegas, non si è più sentito parlare di lenti a contatto smart. In realtà, anche se silenziosamente, la società californiana sta continuando a lavorare al prodotto. La speranza, infatti, è quella di riuscire a mettere questi dispositivi in commercio entro i prossimi 3 anni. Ma come funzioneranno le nuove lenti a contatto smart? E, soprattutto, quando sarà possibile testarle sulle proprie retine?

Lenti a contatto smart, come funzioneranno?

Le lenti presentate dalla società InWith dovrebbero funzionare, grossomodo, come delle normalissime lenti a contatto giornaliere. Queste, infatti, saranno realizzate con idrogel e potranno avere un autonomia di utilizzo di almeno 24 ore. A differenza delle lenti giornaliere, tuttavia, questi dispositivi futuristici permetteranno agli utilizzatori di veder scorrere davanti alle proprie pupille le notifiche del proprio smartphone, informazioni di monitoraggio delle proprie condizioni fisiche e tanti altri dati di notevole rilevanza.

Non è stato ancora chiarito, tuttavia, quali saranno le modalità di alimentazione delle lenti a contatto smart, né quali saranno le tecnologie che consentiranno di collegare tali dispositivi ai propri smartphone. Non sappiamo nemmeno se sarà possibile reperire questa tipologia di supporto presso farmacie, negozi di ottica o dovunque generalmente si possano acquistare lenti a contatto giornaliere. Quello che sappiamo per certo, però, è che aziende leader del settore tech come Samsung o Google stanno seguendo con grande interesse gli sviluppi relativi a questa futuristica tecnologia.

Lenti smart e metaverso

Come abbiamo già accennato, le nuove lenti a contatto smart forniscono una grande varietà di servizi che le distinguono in modo notevole dalle classiche lenti contatto giornaliere. È facile immaginare che, come i moderni visori per la realtà virtuale, le lenti a contatto smart potranno prestarsi ad una grandissima varietà di utilizzi nell’ambito del moderno metaverso.
Questi dispositivi, infatti, potranno permettere la fruizione di contenuti multimediali in un modo decisamente innovativo.

Quando le tecnologie legate alla realtà virtuale ed aumentata saranno effettivamente mature, potrebbe essere possibile accedere agli ambienti del metaverso utilizzando semplicemente le lenti a contatto smart, le quali potranno donare una sensazione di immersività e coinvolgimento ancora più efficace. Da un altro punto di vista, le lenti smart potranno essere un preziosissimo supporto per tenere sotto controllo le proprie condizioni fisiche, monitorando in qualunque momento la regolarità del battito cardiaco e ottenendo informazioni in tempo reale riguardo alla propria pressione sanguigna. Si tratta, insomma, di un dispositivo che potrà seriamente cambiare in meglio la qualità di vita delle persone.

Quando saranno disponibili?

Sebbene non si abbiano informazioni certe da parte dell’azienda produttrice, questi prodigiosi supporti potranno essere disponibili sul mercato già a partire dal 2025. InWith, infatti, è continuamente al lavoro per ricercare i migliori materiali per realizzare il suo prodotto. La società ha più volte riferito che la strada per la commercializzazione è ancora molto lunga, eppure sta avendo il supporto di tantissime aziende che seguono con enorme interesse gli sviluppi della nuova tecnologia.

Bisognerà attendere, inoltre, che il dispositivo ottenga l’autorizzazione alla commercializzazione da parte degli enti preposti alla sicurezza sanitaria globale come la Food and Drug Administration. È molto probabile che le lenti a contatto smart verranno, in un primo momento, testate in via sperimentale. Questo step è fondamentale prima che un prodotto venga rilasciato sul mercato, dal momento che sarà il momento ideale per comprendere quali aspetti migliorare e quali modifiche apportare al prodotto. Si tratta, comunque, di una tecnologia tanto innovativa e sorprendente che vale la pena attendere qualche anno per poterla vedere finalmente acquistabile all’interno di negozi fisici e di ecommerce online.

Uno sguardo al futuro

Dunque, non possiamo dire con certezza quando le lenti a contatto smart saranno effettivamente messe in commercio. La nostra speranza, tuttavia, è che già a partire dal 2025 queste verranno definitivamente controllate e sottoposte a test sperimentali di sicurezza. Si tratta di dispositivi che si rivolgeranno ad una grande platea di utilizzatori. Questi, infatti, potranno realmente modificare la qualità di vita di tutti gli individui, e non solo di quelli che manifestano difetti visivi come la miopia o la presbiopia.

Condividi ora!