Eurocoil Spa, al via i lavori di ampliamento

di admin
Si terrà giovedì 19 gennaio, alle ore 10, a Bovolone, la posa della prima pietra del nuovo centro produttivo che permetterà all’azienda fondata nel 1995 da Fresno Giovannoni, Luciano Pasetto e Claudio Bittante di crescere ancora e di raddoppiare il numero dei dipendenti - oggi 140 - nell’arco di dieci anni. Il progetto ingegneristico e…

Investimenti per 15 milioni di euro per acquisire nuovi macchinari di ultima generazione, per ampliare l’attuale sede di via Del Glicine 21, a Bovolone (con la costruzione di un nuovo centro produttivo di oltre 9 mila metri quadrati di superficie), e per raddoppiare, entro il 2031, il numero di occupati arrivando a oltre 300 dipendenti. Sono questi alcuni dei numeri relativi al progetto di ampliamento che prenderà vita giovedì 19 gennaio, alle ore 10.00, con la posa della prima pietra presso l’azienda Eurocoil, fondata nel 1995 da Fresno Giovannoni, Luciano Pasetto e Claudio Bittante, ad oggi una delle principali aziende fornitrici di batterie alettate, condensatori remoti e dry cooler per il mercato europeo della refrigerazione e del condizionamento.
Un percorso di crescita ed espansione che è iniziato, in particolare, nel luglio del 2021, quando Eurocoil è stata acquisita al cento per cento dall’americana Baltimore Aircoil Company (BAC), leader mondiale nelle soluzioni di raffreddamento per i mercati del commercio, dell’industria e della refrigerazione. Un colosso, con sede europea in Belgio, che fin da subito aveva annunciato di voler migliorare la propria capacità produttiva a livello continentale grazie alle competenze e alle conoscenze nel settore fornite dal gruppo scaligero.
«L’acquisizione di Eurocoil consente a BAC di accelerare lo sviluppo di tecnologie ibride evaporative e adiabatiche leader nel settore, promuovendo la nostra visione di reinventare il raffreddamento per la sostenibilità nel mondo» aveva dichiarato in quell’occasione Donald C. Fetzer, presidente di Baltimore Aircoil Company.
Al taglio del nastro di giovedì 19 gennaio parteciperanno rappresentanti americani e belgi dell’azienda madre, Baltimore, e i dirigenti di Eurocoil. Invitati i vertici della Regione Veneto, della Provincia di Verona e i sindaci del territorio, oltre che i presidenti di Confindustria e Camera di Commercio.
«Per noi è un momento storico. – afferma l’AD di Eurocoil Claudio Bittante – Il fatto che Baltimore ci abbia scelto otto anni fa come partner e ci abbia acquisito nel 2021 significa che abbiamo lavorato bene nel corso degli anni. Grazie a questo ulteriore passo saremo in grado di crescere e, soprattutto, di far crescere anche le opportunità per molte famiglie a Bovolone e dintorni».
«E’ proprio questo uno degli aspetti più rilevanti. – aggiunge il sindaco di Bovolone Orfeo Pozzani – Investire capitali importanti come quelli messi a disposizione da Baltimore significa credere in questo territorio e nelle persone che lo abitano. Garantire nell’arco di dieci anni oltre 160 nuovi posti di lavoro, in un momento non semplice per la nostra economia, è un aspetto che ci lusinga, che ci spinge a migliorare e a guardare il futuro con un’ottica diversa, più ottimistica».
A curare l’intero progetto di ampliamento sarà Contec Ingegneria e a garantire tutti gli aspetti relativi alla sicurezza sarà Contec AQS, entrambe le divisioni fanno parte di Gruppo Contec, gruppo di consulenza tecnica fondata a Verona nel 1962.
«Essere scelti per sviluppare e portare a termine un investimento così strategico è senza dubbio un’attestazione di fiducia nei confronti della nostra lunga esperienza e dell’attenzione all’innovazione e alla sostenibilità che applichiamo ogni giorno» commenta l’ing. Paolo Cossato, Direttore Tecnico di Contec Ingegneria. «La responsabilità tecnica ed economica dell’intervento è elevata, ma rientra agevolmente nel tipo di complessità che gestiamo a fianco degli imprenditori e dell’industria».

Condividi ora!