XV Family Happening, a Verona, con il titolo: “Tutto nasce da un sì”. Avrà luogo, nei giorni dal 6 all’8 settembre 2019.

di admin
È assolutamente umano, eppure non scontato, riconoscere che ogni nostra azione è frutto di un gesto di libertà, di un “sì”. Per questo, abbiamo scelto un titolo, così entusiasmante, quale “Tutto nasce da un sì”. Derivano da un “sì”, per esempio, “la scelta della scuola, del lavoro, del marito o della moglie, l’accoglienza di un…

Allora, il nostro passo diviene sicuro, sereno e addirittura gioioso. Questo, il grandioso pensiero degli Organizzatori di Family Happening 2019. L’evento, che, momento di festa, di cultura e di amicizia, pone al centro della sua attenzione la “Famiglia”, si terrà, nei giorni 6, 7 ed 8 settembre, in Piazza dei Signori, in Cortile Mercato vecchio e nella bellissima Loggia del Consiglio, per fare conoscere le numerose realtà, che operano nell’ambito sociale e culturale, a Verona e provincia, avendo a cuore tutti i temi cari, appunto, alla “Famiglia”. Le Associazioni racconteranno, in diretta, le proprie missions ed esperienze, mentre si potrà socializzare e degustare insieme, negli stand gastronomici, ascoltando buona musica, assistendo a spettacoli e alla presentazione di libri e facendo crescere la propria curiosità, attraverso le testimonianze di chi, nell’ambito del lavoro, dello sport, della cultura, ha saputo dire un incondizionato e ricco di speranza. Non mancheranno laboratori organizzati da diverse Associazioni, in una tre giorni, densa di attività, volte, ovviamente, anche ai bambini, di movimento e d’incontri. Vi sarà anche una mostra di pittura. Per ulteriori info: Patrizia Zanetti – cell. 3334450410. Un’ottima iniziativa, che mira a dare massimo supporto alla “Famiglia”, sotto tutti gli aspetti, quale centro motore della società. Hanno presentato l’evento il sindaco di Verona, Federico Sboarina, l’assessore del Comune di Verona, Stefano Bertacco, il presidente di Family Happening, Marco Molon, e Adriano Tomba, segretario generale di Fondazione Cattolica.
Pierantonio Braggio

Condividi ora!