Fondazione Cassa di Risparmio quasi 200 mln in tre anni per il territorio

di admin
COMUNICATO STAMPA: APPROVATO IL DOCUMENTO DI PROGRAMMAZIONE ANNUALE PER IL 2019 Destinate all’attività istituzionale per il 2019 risorse complessive per 26 milioni di euro; le erogazioni per gli impegni assunti saranno pari ad oltre 194 milioni di euro. La Fondazione ispira la sua attività al bene comune e persegue esclusivamente scopi di utilità sociale e di…

La Fondazione  Cariverona ha approvato  il piano triennale e per il 2019 investe 26 milioni contro i 40 dello scorso  anno, la crisi  economica ed in particolare la minor redditività  della partecipazione  bancaria in Unicredit hanno fatto diminuire le somme da  destinare ai territori di  competenza ma l’apporto  rimane comunque molto significativo per quella che era la cassaforte dei veronesi e di altre comunità.
Il comunicato stampa sopra iniziato prosegue con altri interessanti dati:
"Rafforzati i principi guida della Trasversalità, Azione sinergica con altri soggetti grant making, Rafforzamento delle competenze
 Confermati i Bandi, le Richieste di terzi nell’ambito di periodiche sessioni erogative e la Progettualità di iniziativa come strumenti d’azione della Fondazione.
Il Presidente Mazzucco:
“Ritengo sia percepita la trasformazione della Fondazione Cariverona, orientata a laboratorio di idee prima che ente erogatore. Fondazione Cariverona rimarrà sempre un fattore di sostegno per il territorio ma non in una logica di sussidio.”
“Ci proponiamo come agenti di sviluppo, ovviamente confrontandoci in modo aperto con le istituzioni e gli stakeholder, per poi decidere sulla base di criteri oggettivi condivisi.”
“Le risorse complessive che mettiamo a disposizione hanno un impatto rilevante sui nostri territori: 26 milioni per nuovi impegni a cui si sommano le erogazioni per quelli pregressi pari a 65 milioni per ogni anno del triennio 2017-2019.”
“Ricordiamoci sempre che operiamo per 5 province, in 3 differenti Regioni, per un bacino di 3 milioni di potenziali beneficiari. E’ quindi necessario continuare nell’opera di diversificazione e messa a reddito del nostro patrimonio, risolvendo gli snodi relativi al patrimonio immobiliare.”
Ecco alcune brevi considerazioni dopo la doverosa ripresa del comunicato.
 E’ evidente che la sensazione  ricavata  durante la conferenza stampa,  al di là del pressante invito ai territori di competenza di essere più operativi  confidando   nell’aiuto  che Cariverona potrà  dare, sia quella di  voler  assegnare alle parole "fattore di sostegno " del territorio un significato ora  diverso.  Si vedrà   la fattuale  operatività  di come queste parole saranno  applicate. Noi  da parte nostra invitiamo a interpretare il secondo  articolo dello statuto ( il primo è relativo alla tutela del patrimonio della fondazione) utilità sociale e di promozione dello sviluppo economico collegandolo  un po’  di più con la realtà del territorio  veronese che è fatta prevalentemente  da piccole realtà che formano un tessuto importantissimo, tanto nel sociale quanto   nell’economico.  E poi  quando si parla  di settori di maggior rilevanza sociale  non  si può negare  che esistono migliaia  di  piccole associazioni senza fine di lucro che associano giovani e meno giovani  che sono  il tessuto portante  delle nostre realtà sociali, difficili  da seguire  e molto  libere dai "lacci  strutturali", ma  che  non di  meno esistono e raramente attingono ai bandi  per  moltissime ragioni. Infine, ma non ultimo, abbiamo suggerito  che venga dato in  futuro peso  anche al settore  sportivo e culturale giovanile,  che magari nell’immediato  non da ritorno  di immagine alla Fondazione immediato, ma che  forniscono  un futuro alla nostra società.
   

Condividi ora!