“Fiera delle eccellenze” agroalimentari e numerosi piatti veronesi, ad Isola della Scala, Verona, nei giorni 3 e 4 dicembre 2016.

di admin
Il ricavato sarà completamte destinato ad aiuti ad aziende e ad attività commerciali, colpite dal terremoto in Centro-Italia.

Grande mobilitazione dell’agroalimentare veronese, per essere di supporto, a risorgere, all’economia del Centro-Italia, colpita ripetutamente dal sisma. La vogliono Confcommercio di Verona – presidente: Paolo Arena; la Provincia di Verona – presidente: Antonio Pastorello; il Comune di Isola della Scala – sindaco: Stefano Canazza; l’Ente Fiera del Riso, Isola della Scala – direttore: Roberto Bonfante; i Comuni veronesi, coordinati dal sindaco di Oppeano, Verona, Pierluigi Giaretta, il sindaco di Valeggio sul Mincio, Verona, Angelo Toson, e, non ultima, l’Associazione dei Ristoratori veronesi – presidente: Leopoldo Ramponi, nonché numerose aziende veronesi, fra le quali il Pastificio Avesani, Bussolengo, Verona – direttore Remigio Marchesini. Tutti intendono trasformare il concetto di qualità dei prodotti veronesi in ampia solidarietà, attraverso una particolare rassegna o “Fiera delle eccellenze”, che si terrà ad Isola della Scala, in Palariso, nel quartiere Fiere della Fiera del Riso, nei giorni 3 e 4 dicembre prossimi, ad ingresso libero. Saranno a disposizione dei visitatori e dei buongustai piatti eccellenti della tradizione veronese e scaligera, dati da formaggi, salumi, gnocchi “sbatùi” o sbattuti in padella o spadellati, risotto all’isolana, pasta e fasói, tortellini al burro e salvia, luccio in salsa alla gardesana, con polenta, pandoro alla crema, sfogliatine e pastafrolla. Non mancherà un omaggio ad Amatrice, città simbolo della tragedia, con la sua pietanza rivisitata in chiave veronese: la famosa “amatriciana” sarà, infatti abbinata al risotto e non alla pasta… Ogni piatto, qualsiasi piatto, al prezzo di 5.-€, il dolce a 3.-€. Leopoldo Rusconi, presidente della Ristorazione veronese, assicura l’alta qualità del tutto – peraltro già apprezzatissima presso l’Expo 2015 – garantendo che l’intera gamma dei piatti offerti si rifarà ai precetti delle migliori ricette tradizionali veronesi, da quelle della città scaligera, a quelle della montana Lessinia, da quelle del Lago di Garda a quelle del Basso Veronese…. Ci troviamo dinanzi ad un’importante innovazione, in fatto di fiere, un’eccellenza, alla quale auguriamo il massimo successo, dato lo scopo, che gli ideatori della stessa si propongono. Orari: 18,00-23,00, domenica: 11,00-22,00.
Pierantonio Braggio

Condividi ora!