#MUSEBigBang. Un anno dopo il compleanno del Muse a (quasi) un anno dall’inaugurazione

di admin
MUSE Museo delle Scienze, Trento 19 luglio 2014 – dalle 16.00 alle 02.00 (museo chiuso fino alle 16.30)

Il 19 luglio 2014, per il suo primo compleanno, il MUSE invita tutti a una festa in piena regola. La giornata di festeggiamento vede il museo aperto ininterrottamente dalle 16.30 alle 24.00 e arricchito da laboratori, science show e animazioni scientifiche per tutte le età. Due i momenti che scandiscono l’evento: il primo, dalle 16.00 alle 18.30, sarà tutto rivolto alle famiglie e dedicato all’inaugurazione di “Maxi Ooh!” – uno spazio museale interattivo dedicato ai bambini da zero a cinque anni – e alla presentazione ufficiale di “Muse en plein air”, vero museo all’aperto con installazioni artistiche. Il secondo, Buon Compleanno MUSE! dalle 18.30 alle 02.00, presenterà un programma di attività con iniziative ludico scientifiche, ospiti speciali e musica fino a tarda notte. Una vera e propria festa per il compleanno per il MUSE e per tutta la città.
Tra gli ospiti più noti nell’ambito musicale: Cristina d’Avena per i più piccoli, i Deproducers con il loro nuovo progetto “Planetario” e dj Francesco Facchinetti e Vj Sabota, per una serata all’insegna della musica e del divertimento. Fino alle 24.00 il MUSE, che per garantire la realizzazione dell’allestimento resterà chiuso fino alle 16.30, sarà visitabile gratuitamente.

IL PROGRAMMA:

PRIMA PARTE: inaugurazione MAXI OOH!, DALLE 16.00 ALLE 18.30
La grande festa di compleanno per il primo anno del Muse prende avvio alle 16.00 con l’inaugurazione di “Maxi Ooh!” un’area esclusiva dove il fascino della scoperta inizia dai sensi, in cui i piccolissimi (0 – 5 anni) insieme ai genitori possono toccare, vedere, sentire attraverso stimoli reali e virtuali.
Il programma è tutto dedicato ai più piccoli e prevede la presenza di una madrina d’eccezione CRISTINA D’AVENA, cantante, attrice e conduttrice televisiva italiana, famosa soprattutto per la sua interpretazione di sigle dei cartoni animati. Dopo i discorsi ufficiali di inaugurazione, Cristina d’Avena taglierà il nastro del nuovo spazio, accompagnerà alcuni dei bambini nella visita, per concludere cantando alcuni dei suoi pezzi più famosi, in un concerto carico di ricordi ed emozioni per i più grandi, divertimento ed energia per i più piccoli. Per visitare l’area Maxi Ooh! sarà necessaria la prenotazione da effettuarsi all’interno del museo. In attesa di entrare nel nuovo spazio, oltre alla visita alle sale permanenti, i bambini potranno partecipare a numerose attività e laboratori non stop a fruizione libera, in tutti i piani del museo e nel parco esterno.
A seguire, LUPO LUCIO della Melevisione, direttamente dal Fantabosco proporrà “La paura non c’è più”, uno spettacolo travolgente che appassionerà piccoli e grandi. Il lupo furbo, commediante, divertente, sempre a caccia di gnomi, porcellini, pecore e principesse, con racconti e canzoni, racconterà ai bambini la storia degli animali del Fantabosco.
Il pomeriggio dedicato alle famiglie si concluderà con il taglio della torta – per spegnere tutti assieme la prima candelina – e con il concerto delle PICCOLE COLONNE, dirette dalla maestra Adalberta Brunelli che proporranno i brani più famosi del loro repertorio legati al tema scientifico.

SECONDA PARTE: BUON COMPLEANNO MUSE! DALLE 18.30 ALLE 02.00
Dalle ore 18.30 fino alle 02.00 della notte prenderà avvio la vera festa di buon compleanno, rivolta a giovani e adulti. Si tratta di una festa che vuole assumere anche la funzione di grande metafora delle diverse emozioni raccolte e vissute in un anno di apertura e offrire un’occasione per uno sguardo trasfigurante verso il futuro.
Fino alle 24.00 sarà possibile visitare il museo, partecipare alle attività a fruizione libera che – a partire dalle 21.00 – avranno un particolare approfondimento rivolto agli adulti e parlare con i ricercatori del museo all’opera nei laboratori di ricerca.
La programmazione vedrà alternarsi sul palco importanti musicisti e dj, quali i DEPRODUCERS, con il loro Planetario, un viaggio tra le stelle che mette in musica cielo, galassie, pianeti, energia e gravità. Dall’incontro di quattro produttori del calibro di Vittorio Cosma, Gianni Maroccolo, Riccardo Sinigallia e Max Casacci, un progetto innovativo e coinvolgente, un connubio riuscito tra musica e scienza. Planetario unisce la musica alle conferenze spaziali dell’astrofisico e direttore del Planetario di Milano Fabio Peri, stendendo un tappeto sonoro dal vivo che trascina l’ascoltatore dritto nel centro della volta celeste, rendendo il concerto un vero e proprio viaggio intergalattico.
Al termine del concerto, la notte del MUSE si accenderà con il dj set di FRANCESCO FACCHINETTI, WAP – We Are PresidentS e con VIDEO LIVE SET di VJ SABOTA.
We Are PresidentS è il neonato trio italiano composto da Oz, Poul e Manuel. Un frontman/musicista, un dj-produttore e un cantante/poli-strumentista che si sono uniti per creare un progetto che potesse sfruttare in una nuova ottica la loro variegata e originale cultura musicale. Vj Sabota presenterà invece “Voci all’immaginario, immagini alla musica”, suggestioni che dal subconscio prendono forma. A introdurre la serata, saranno due gruppi musicali locali: i SEVEN DEADLY FOLKS con un concerto Irish folk/rock e la i JJBAND con la loro funky/dance.

Completano la serata “SCIENCE STORY LIVE, un anno dopo”, dialoghi scientifici a cura di Michele Lanzinger, direttore del MUSE.

MUSE en plein air
All’interno del programma si inserisce l’inaugurazione ufficiale, alle 17.30, dell’ installazione artistica di Bruno Lucchi, MUSE en plein air, che già da giugno è visitabile nel giardino del Parco delle Albere in diversi luoghi del Quartiere Le Albere e all’interno del Museo. Si tratta del primo allestimento che dà concretezza a un progetto espositivo in esterni, il Muse en plein air appunto, presente già nel 2003 come parte dello Studio di fattibilità per un Museo delle Scienze in Trentino.
Il progetto consiste nel collocare una serie di installazioni e opere nel parco, nella grande piazza, nel canale che attraversa il quartiere e nel prato delle Albere; nulla sarà installato permanentemente e non verranno realizzate infrastrutture aggiuntive.
L’accesso alla sala conferenze esclusivamente per MUSE en plein air è sito vicino alla ferrovia (lato est dell’edificio). Ingresso libero, con precedenza ai possessori di invito.

Per la realizzazione dell’allestimento necessario, il 19 luglio, il MUSE resterà chiuso fino alle ore 16.30

Condividi ora!