Giovedì 26 settembre – ore 18.30 MarmoMacc 2013: Re-Load Stone

di admin
la Feltrinelli, nel programma di Marmomacc & The City durante la Fiera internazionale di Marmi, Pietre Design e Tecnologie, 48° edizione ( 25-28 settembre 2013), invita il pubblico alla presentazione del volume Re-load Stone (Arsenale Editrice) che raccoglie e illustra le opere dei vincitori selezionati dalla giuria dell'International Award Architecture in Stone

Il Premio registra da venticinque anni le potenzialità innovative e rigenerative che i materiali litici hanno rivelato grazie alla creatività di architetti contemporanei

Ospiti dell’incontro: una rappresentanza di Veronafiere e il Presidente dell’Ordine degli Architetti, arch. Vincenzo Pavan, curatore del catalogo.

Evento in collaborazione con Veronafiere e Ordine degli Architetti P.P.C. della provincia di Verona
Re-load stone illustra la scelta di una giuria internazionale, formata da Fulvio Irace, Klaus Theo Brenner, Alberto Ferlenga, Luis Fernández-Galiano e Vincenzo Pavan, su un’ampia produzione di opere architettoniche la cui identità scaturisce dal modo in cui la pietra è coniugata con il linguaggio. A fianco delle recenti realizzazioni di illustri autori quali Max Dudler e Alberto Campo Baeza, contrassegnate dal binomio minimalismo formale-massimalismo materico, si affiancano i lavori di architetti di più recente formazione, come Josep Mias e Carl Fredrik Svenstedt, i quali attraverso la pietra hanno stabilito un dialogo stimolante con l’ambiente urbano e il paesaggio. La grande firma di Arup è invece impegnata in un’opera litica di carattere sociale realizzata sul versante indiano della catena montuosa himalayana, con la collaborazione della popolazione locale, mentre l’Ufficio Sassi di Matera è autore di un importante recupero nel Sasso Barisano. L’opera di Alessandro Anselmi, a pochi mesi dalla scomparsa del maestro, è ricordata in una rivisitazione del monumentale cimitero di Parabita, e infine la sezione Architettura Vernacolare, dedicata alla costruzione in pietra a secco nel Mediterraneo, ci aiuta a riflettere sui fondamenti dell’architettura e sulla universalità di questo metodo costruttivo.

Condividi ora!