Fenomenologia del cialtrone. Come riconoscere i buoni a nulla capaci di tutto

di admin
Sabato 14 settembre - ore 12.00 incontro con Andrea Ballarini autore del volume Fenomenologia del cialtrone. Come riconoscere i buoni a nulla capaci di tutto (Laterza)

Modera l’incontro la giornalista Alessia Rotta
Allegro, disinvolto, esuberante come il Bruno Cortona incarnato da Gassman nel Sorpasso, il cialtrone vive di improvvisazioni e di bluff. È quello che quando si parla di letteratura sussurra «J’aime les poètes maudits», lasciando immaginare chissà quale padronanza della letteratura e della lingua francese, ma in realtà conosce sì e no il plateau royal de coquillages (per averlo scovato in un depliant di viaggi, anni addietro). Come il Gastone di Petrolini, è un uomo «senza orore di sé», e questo è il suo segreto. Ottusamente convinto di avere le qualità per essere quel che non può essere, infatti, spesso finisce col convincere anche gli altri. Quanti cialtroni conoscete che hanno fatto carriera senza saper fare nulla, che hanno avuto successo senza avere alcun talento? Nelle sue esilaranti divagazioni, Ballarini spazia da Kant al Grande fratello, da Bergson a Tommaso Labranca, ed esalta il potenziale comico di una figura socialmente dannosa. Anche se, oggi più che mai, tronfia e trionfante.

Condividi ora!