Palio del Recioto 2013: “Storie di vino” di Alessandro Anderloni in scena alla Cantina Valpolicella Negrar

di admin
Lo spettacolo di teatro musicale, previsto domenica 24 marzo alle ore 17, sarà seguito da una degustazione di vini della Cantina. L'evento è gratuito ma è necessario prenotare. Lunedì 25 marzo alle ore 18.30 la Cantina ospiterà anche la presentazione ufficiale del Palio e della gara ciclistica.

Il Palio del Recioto è una delle feste più amate e attese in Valpolicella. A destare l’interesse popolare di questa manifestazione, giunta alla 61^ edizione ed organizzata dalla Pro Loco Emilio Salgari a Negrar dal 31 marzo al 2 aprile 2013, la passione del territorio per il dolce vino rosso fresco d’annata, ma anche le numerose iniziative d’intrattenimento in calendario all’evento, come “Storie di Vino” di Alessandro Anderloni e con Raffaella Benetti e Thomas Sinigaglia, ospitato domenica 24 marzo alle ore 17 nella sala convegni di Cantina Valpolicella Negrar (via E. Salgari 2).

Il fascino del mondo del vino unito alla magia del teatro. Tre cantastorie accompagnano lo spettatore in un viaggio attraverso i racconti che uomini di tutti i tempi e continenti hanno dedicato e vissuto con il vino. Uno spettacolo teatrale in cui si mescolano narrazione e poesia, suggestioni musicali e canti, dalle melodie dei brindisi medievali fino a moderni cantautori, passando per i grandi classici del melodramma, intorno alla storia passata e presente del nettare degli dei. Ad allietare ulteriormente gli spettatori a fine spettacolo, che dura 1 h e 15 min, ci sarà poi una degustazione di vini di Cantina Valpolicella Negrar. Lo spettacolo è ad ingresso gratuito ma occorre prenotare, email: paliodelrecioto@comune.negrar.it – cell. 347.4870218.

Il Palio si presenta nella Bottaia d’Autore. Lunedì 25 marzo, alle ore 18,30 Cantina Valpolicella Negrar ospiterà anche la presentazione del Palio del Recioto 2013 e della gara ciclistica del martedì di Pasqua, regina delle gare internazionali per under 23, con la consegna del premio giornalistico Dante Ronchi a Marco Pastonesi, direttore de La Gazzetta dello Sport e del premio Recioto d’Oro al merito sportivo a Paolo Bettini, commissario tecnico della nazionale di ciclismo già campione del mondo 2006-2007 e campione olimpico 2004. A conclusione dell’evento, è previsto un buffet a base di risotto preparato dai maestri risottari di Isola della Scala e di prodotti tipici accompagnati dai vini di Cantina Valpolicella Negrar.

Protagonista del weekend pasquale, “il Recioto da sagra”. Ma veniamo ai giorni del Palio: protagoniste della “tre giorni” saranno le cantine del territorio, tra cui anche Cantina Valpolicella Negrar, che al Recioto ha sempre riservato un’attenzione particolare, tanto da continuare a produrlo nel tempo, unica cantina in Valpolicella, oltre che nella versione ferma, anche nelle esclusive tipologie Spumante e Amandorlato. I banchi d’assaggio di Recioto di nuova produzione saranno aperti nel centro di Negrar dalle 10 fino a tardo pomeriggio la domenica di Pasqua, lunedì di Pasquetta e martedì di Pasqua. Oltre all’annata 2012, al banco d’assaggio di Cantina Valpolicella Negrar, si potrà degustare anche l’annata 2011 del Recioto della Valpolicella Docg Classico Domini Veneti, il Valpolicella Doc Classico Cantina Negrar, il Valpolicella Ripasso Doc Classico Superiore “Vigneti di Torbe” e l’Amarone della Valpolicella Doc Classico Domini Veneti 2008. I visitatori potranno godere della presenza di un mercatino di artigianato artistico e prodotti della Lessinia e di numerosi e coinvolgenti spettacoli di musica e folclore, adatti a grandi e piccini.

Palio e Cantina di Negrar, vite parallele che da sempre s’intersecano. Nel 2013 i soci di Cantina Valpolicella di Negrar festeggiano gli 80 anni della loro Cooperativa e partecipano al Palio del Recioto, una festa popolare che da oltre mezzo secolo ha il merito di riunire per alcuni giorni i viticoltori della Valpolicella, sia come concorrenti, che come sostenitori e rappresentanti del territorio” commenta Carlo Alberto Recchia, presidente di Cantina Valpolicella Negrar. Che aggiunge: “La festa del Palio potrà anche essere giudicata una sagra popolare, ma la sua autenticità è garanzia dello spirito generoso e altruistico di chi sente il piacere di condividere la soddisfazione dei traguardi raggiunti con i veri interpreti della nostra Valpolicella vinicola, un’occasione per guardarsi e riconoscersi parlando tutti la stessa lingua”.

Condividi ora!