“Caratteri architettonici e storico-culturali del GAL Baldo-Lessinia”

di admin
Pronto lo strumento per portare due milioni di euro alla montagna veronese

Oggi, nella Sala Rossa al Palazzo Scaligero, l’assessore provinciale e presidente del GAL Baldo Lessinia Stefano Marcolini ha presentato il volume “Caratteri architettonici e storico – culturali nel territorio del GAL Baldo – Lessinia”.

Erano presenti: Giuliano Zigiotto, consigliere del GAL e assessore provinciale Politiche montane e Rapporto con gli Enti Montani; Claudio Melotti, presidente della Comunità della Lessinia; Stefano Sandri, presidente della Comunità del Baldo; Fabio Zuliani, direttore del GAL Baldo – Lessinia; Maria Teresa Aganetti; responsabile del progetto presentato.

Il volume, che è una sorta di manuale operativo, sarà lo strumento indispensabile per partecipare al bando europeo che mette a disposizione 2 milioni di euro per interventi di recupero e riqualificazione dell’area del Baldo-Lessinia. Il bando sarà pubblicato a settembre.

Assessore Stefano Marcolini: “Sono lieto oggi di presentare il volume che è una guida operativa per chi, ente pubblico o soggetto privato, vorrà aderire al bando. Ci sono infatti due milioni di euro per interventi di recupero e riqualificazione, che sicuramente rappresenteranno una occasione importante per tutta la montagna veronese. Il GAL si conferma quindi un ente fondamentale per ottenere fondi europei destinati a azioni di valorizzazione del territorio. Ringrazio tutti per la tempestività nella realizzazione del volume, che è quindi un primo indispensabile elemento concreto. Da adesso può partire la progettualità che darà alla montagna veronese una marcia in più”.

Presidente della Comunità della Lessinia-Claudio Melotti: “Il bando è uno strumento importante che interviene in tre diversi ambiti con lo scopo di aiutare tutti i nostri Comuni. Rappresenta un buon esempio di razionalizzazione delle risorse finanziarie e di aiuto fra enti diversi attenti allo sviluppo e al futuro della montagna. Il bando si aprirà a settembre mentre la risposta di approvazione avverrà dopo 4 mesi per istruttoria, i Comuni posso partecipare a tutti e tre le azioni ma, rispettivamente, ad un solo progetto per azione”.

Direttore del GAL Baldo – Lessinia, Fabio Zuliani: “Questo è uno studio per lo sviluppo locale che interviene attraverso tre macro azioni: la prima verso gli immobili di pregio; la seconda d’intervento sui piccoli manufatti; la terza d’intervento verso immobili di valenza culturale. All’interno delle 3 macro-aree ci sono tane diverse tipologie di interventi. I fondi europei per il primo ambito d’azione sono di 950.000 euro; per il secondo sono 450.000 euro; mentre per il terzo sono 573.000 euro per il totale di circa 2 milioni di euro. Per gli enti pubblici il contributo è del 100% pari a 100.000 euro; mentre per i privati è del 50% pari a 50.000 euro. Ogni Comune può partecipare a tutte e tre le azioni con un massimo di un progetto per sezione”.

Condividi ora!