CRISI EURO, ALTA TENSIONE IN SPAGNA: L’ADDIO ALLA MONETA UNICA A 5,00

di admin
L’effetto del voto ad Atene dura poco, e le borse chiudono in rosso dopo le elezioni greche.

Se almeno per il momento la Grecia tira un sospiro di sollievo, il vero problema adesso è la Spagna, e l’addio all’Euro rimane protagonista sulle lavagne dei bookmaker esteri. William Hill ha tagliato la quota dell’addio alla moneta unica della Spagna entro la fine del 2012 da 11,00 a 7,00 dopo aver registrato un aumento delle giocate. “Gli scommettitori stanno tralasciando la Grecia e si stanno concentrando sulla Spagna”, ha spiegato il portavoce di William Hill Graham Sharpe. La Spagna diventa, così, la seconda scelta nella scommessa sul primo paese che lascerà l’Euro, passando da quota 8,00 a 5,00 alle spalle della Grecia, favorita a 1,20. Segue l’Italia, informa Agipronews, a 8 volte la posta, mentre la rottura definitiva dell’Eurozona entro il 31 dicembre 2015 si gioca a 2,63.

Condividi ora!