Dal mese di giugno attivo nuovo sportello polifunzionale nella Casa Circondariale di Montorio

di admin
Su proposta dell’assessore ai Servizi demografici Daniele Polato, sarà operativo dal mese di giugno, all’interno della Casa Circondariale di Montorio, un nuovo sportello polifunzionale del Comune di Verona.

L’attivazione dello sportello avverrà attraverso la stipula di un protocollo d’intesa tra l’Amministrazione comunale, la Casa Circondariale di Montorio, nella persona del direttore Antonio Fullone, e la Garante dei Diritti delle persone private delle libertà personali, Margherita Forestan. Lo sportello  sarà attivo in via sperimentale un paio di volte al mese; i detenuti potranno richiedere informazioni, presentare istanze e istruire procedimenti o pratiche amministrative. Potranno usufruire dello sportello  anche i militari e i lavoratori che prestano servizio all’interno del carcere. “Un’iniziativa pensata per venire incontro alle esigenze dei circa mille detenuti presenti a Montorio – spiega l’assessore Polato – ma a vantaggio anche delle amministrazioni comunale e penitenziaria che potranno disporre di un ulteriore strumento di controllo e di regolarizzazione delle situazioni soggettive”. “La pena non può costituire un elemento di svilimento della persona – precisa il Garante Forestan – i detenuti hanno il diritto/dovere di regolarizzare la propria posizione soggettiva al pari di ogni cittadino, ed hanno quindi diritto di richiedere  certificazioni, fissare la residenza, contrarre matrimonio e riconoscere i figli”. “Un ulteriore passo avanti nella collaborazione tra Comune e Istituto – aggiunge il direttore del carcere Fullone –  impegnate nel sostenere e garantire i diritti soggettivi delle persone detenute. L’attivazione dello sportello – conclude Fullone – contribuirà a rendere il carcere un luogo più accogliente”.

Condividi ora!