Alluvione: un milione di euro alle aziende colpite

di admin
La Camera di Commercio di Verona presenta il bando per la richiesta di contributo, c’è tempo fino al 4 di giugno per fare domanda. Il risarcimento sarà pari al 20% dei danni subiti fino ad un massimo di 15mila euro.

Un milione di euro per le imprese veronesi alluvionate. Il bando per la richiesta dei contributi stanziati dalla Camera di Commercio di Verona è stato approvato dal Consiglio dell’ente  e si aprirà il prossimo 9 maggio per chiudersi al 4 di giugno. Destinatarie sono le imprese della provincia di Verona per i danni subiti nel week end di Ognissanti, l’anno scorso, tra il 31 ottobre e il 2 novembre. Al momento sono circa 250 le aziende danneggiate: di cui 238 di Soave e Monteforte d’Alpone. Il bando è stato presentato oggi alla presenza dei tre sindaci dei Comuni maggiormente colpiti, Soave, Monteforte d’Alpone e San Bonifacio, e di buona parte della Giunta dell’ente scaligero.
“Servizio e sostegno all’economia locale – afferma il presidente della Camera di Commercio di Verona, Alessandro Bianchi – sono la missione principale dell’ente. Le aziende creano valore che si traduce in benessere per la popolazione. Nel bandire questi contributi, ribadiamo la nostra solidarietà alle popolazioni colpite dai tragici eventi dello scorso novembre e auspichiamo che il territorio dei comuni alluvionati sia messo in sicurezza con la stessa celerità con cui sono stati soccorse le popolazioni. Le aziende operano di norma in condizioni di incertezza, ma il rischio imprenditoriale di certo non comprende la possibilità di subire inondazioni”.
Il contributo stanziato dalla Giunta della Camera di Commercio, ad un paio di giorni dall’alluvione dello scorso novembre andrà ad integrare l’erogazione degli aiuti coordinati dalla Regione.
“Se la Regione arrivasse a liquidare quanto promesso, cioè fino al 75% dei danni subiti – spiega Damiano Berzacola, presidente della Commissione Bandi e componente di Giunta della Camera di Commercio di Verona – di fatto, con i contributi della Camera di commercio scaligera si andrebbe a coprire il 95% dei danni subiti”.
I contributi sono pari al 20% dell’entità del danno per il quale è stato richiesto il contributo alla Regione: 5mila, 10mila a 15 mila euro al massimo per danni pari a, rispettivamente, dai 5mila ai 30mila euro, dai 30mila a gli 80 mila e superiori agli 80mila euro. Non sono riconosciuti contributi per danni inferiori ai 5mila euro, secondo i dati forniti dalla Regione Veneto sono 44 le aziende che hanno presentato domanda di risarcimento per danni inferiori ai 5mila euro.
“Il contributo è suddiviso per scaglioni proprio per massimizzare l’aiuto nei confronti di chi ha subito i danni maggiori ed essere più incisivi nel sostegno alle imprese. Tanto che ci riserviamo eventualmente di integrare le risorse a disposizione se se ne riscontrasse la necessità – aggiunge Maurizio Danese, componente della Giunta della Camera di Commercio di Verona, che risiede a Monteforte d’Alpone.
Già a fine giugno, la Camera di Commercio di Verona inizierà a valutare l’ammissibilità delle domande e l’erogazione dei contributi avverrà entro l’autunno.
“Di questi aiuti s’era parlato fin da subito – afferma il sindaco di Soave, Lino Gambaretto – oggi si realizza il progetto: una boccata d’ossigeno per tutte le imprese, soprattutto per le attività commerciali che hanno subito danni importanti”. Dello stesso tenore il commento di Carlo Tessari, sindaco di Monteforte d’Alpone, e Antonio Casu, sindaco di San Bonifacio, “la Camera di Commercio ha dimostrato solidarietà e la sensibilità: molti imprenditori hanno subito danni sia alle aziende sia alle abitazioni, ridare impulso alle attività produttive vuol dire ridare vita ai paesi”.

Condividi ora!