Legge regionale sulle CER, raddoppiati i fondi a disposizione

di Matteo Scolari
La Giunta regionale, su proposta dell'assessore Marcato, ha portato la dotazione da uno a due milioni di euro vista la numerosa richiesta di partecipazione al bando.

La Giunta regionale del Veneto, su proposta dell’Assessore allo sviluppo economico ed energia Roberto Marcato, ha approvato una delibera che raddoppia i fondi a disposizione per il bando delle Comunità Energetiche Rinnovabili (CER). Ora, i finanziamenti disponibili ammontano a due milioni di euro.

L’Assessore regionale all’energia ha sottolineato il successo del bando, evidenziato dalle 185 domande ricevute. «Abbiamo deciso di raddoppiare la dotazione finanziaria, portandola a due milioni di euro. Questa iniziativa mira a sostenere la creazione e lo sviluppo delle nuove Comunità Energetiche Rinnovabili attraverso il finanziamento dell’analisi preliminare e la costituzione delle CER. Noi crediamo fortemente in questi strumenti e continueremo a sostenerli con tutte le risorse e i mezzi a disposizione» ha dichiarato l’Assessore.

Roberto Marcato, assessore regionale allo sviluppo economico.
Roberto Marcato, assessore regionale allo sviluppo economico.

Il bando, gestito amministrativamente da AVEPA, è parte dell’Azione 2.2.1 “Comunità Energetiche” del PR Veneto FESR 2021-2027, che ha una dotazione totale di 10 milioni di euro. Questo programma prevede di sostenere, oltre alle spese di fattibilità e costituzione, anche quelle per la realizzazione degli impianti di produzione di energia rinnovabile solare e sistemi di gestione energetica, in linea con le missioni M2C2 e M2C3 del PNRR.

«La Regione si è posta l’obiettivo di avere circa 60 CER attive in Veneto entro il 2029» ha concluso l’Assessore. «Grazie all’impegno e alle numerose azioni messe in campo, contiamo di raggiungere questo target già entro il 2025».

👉 VUOI RICEVERE IL SETTIMANALE ECONOMICO MULTIMEDIALE DI VERONA NETWORK?
👉 ARRIVA IL SABATO, È GRATUITO!

PER RICEVERLO VIA EMAIL

Condividi ora!