Banca Veronese, utile a 10,6 milioni. CET1 Ratio al 28,23%.

di Matteo Scolari
L'istituto di credito che lo scorso anno ha celebrato il 120° anniversario, ha comunicato i dati di bilancio 2023. Il patrimonio della banca è salito a 97 milioni di euro.

I Soci di Banca Veronese hanno approvato all’Unanimità il Bilancio 2023. Nell’assemblea tenutasi presso la Fiera di Verona, circa 500 soci di Banca Veronese, tra presenti e delegati, hanno approvato la gestione dell’Istituto durante lo scorso anno. La banca, fondata nel 1903 a Concamarise e attualmente con sede a Bovolone, continua a dimostrare una solida crescita e un forte legame con il territorio.

Banca Veronese ha chiuso il 2023 con risultati finanziari eccellenti, confermando la sua solidità. Il patrimonio della banca è salito a 97 milioni di euro, mentre il CET1 Ratio ha raggiunto il 28,23% e il TCR il 28,77%. L’utile netto dell’esercizio si è attestato a 10,6 milioni di euro. Gli impieghi lordi alla clientela sono rimasti stabili a 413 milioni di euro, riflettendo un costante supporto all’economia locale, mentre la raccolta è cresciuta del 6,87%, superando 1,09 miliardi di euro.

Il presidente Martino Fraccaro ha sottolineato l’importanza di questi risultati come segnale di fiducia da parte dei risparmiatori, evidenziando l’attenzione della banca alla tutela del risparmio e agli investimenti prudenti, basati su una profonda conoscenza del territorio e del tessuto imprenditoriale locale. La relazione sul bilancio è stata accompagnata da un’analisi dettagliata dell’impegno della banca verso il territorio, un aspetto distintivo del Credito Cooperativo.

Martino Fraccaro, presidente Banca Veronese.
Martino Fraccaro, presidente Banca Veronese.

Durante l’assemblea, sono state consegnate 18 borse di studio a giovani soci che si sono distinti per meriti scolastici, un’iniziativa che sottolinea l’investimento della banca nel favorire il naturale avvicendamento della compagine sociale. Il direttore generale Andrea Marchi ha evidenziato come il Club Giovani Soci, nato nel 2017, abbia ripreso le attività dopo la pausa dovuta al Covid, con molte iniziative in programma per il 2023. Nel 2023, Banca Veronese ha destinato circa 280 mila euro a favore di associazioni culturali, sociali e sportive, sostenendo importanti progetti sanitari e di prevenzione.

Andrea Marchi, direttore generale Banca Veronese
Andrea Marchi, direttore generale Banca Veronese

Tra le numerose iniziative, spiccano la donazione di un ecografo al Comune di Nogara, l’acquisto di due pulmini per il trasporto di persone con disabilità motorie e il sostegno a progetti di miglioramento dei servizi sanitari. Di recente, la banca ha rafforzato la collaborazione con la Fondazione della Comunità di Cerea, donando un manichino ABDFAN, uno strumento avanzato per la formazione medica. Questo dispositivo, che simula patologie addominali comuni, sarà utilizzato durante le sessioni organizzate all’interno dell’AFT, offrendo un’esperienza formativa di alto livello per i medici. Il bilancio 2023 di Banca Veronese testimonia una gestione oculata e un forte impegno verso il territorio e la comunità. La banca continua a crescere e a rafforzare il suo ruolo di punto di riferimento per famiglie e imprese, con una particolare attenzione ai giovani e ai progetti sociali.

Il manichino donato da Banca Veronese.
Il manichino donato da Banca Veronese.

👉 VUOI RICEVERE IL SETTIMANALE ECONOMICO MULTIMEDIALE DI VERONA NETWORK?
👉 ARRIVA IL SABATO, È GRATUITO!

PER RICEVERLO VIA EMAIL

Condividi ora!