L’Università di Verona ospita il prossimo evento della Rete iNEST

L’Università di Verona sarà la sede del prossimo evento promosso dalla Rete iNEST, l’ecosistema dell’innovazione del Nordest. Questo appuntamento avrà luogo venerdì 17 maggio presso il Silos di Ponente del Polo Universitario Santa Marta, con inizio alle ore 9.

La Rete iNEST, costituita nel settembre 2022, comprende 11 soci fondatori tra atenei del Triveneto e centri di ricerca, e rappresenta una delle 11 reti innovative finanziate dai fondi del PNRR. L’obiettivo principale di iNEST è promuovere la collaborazione tra il sistema della ricerca, il settore produttivo e le istituzioni territoriali, focalizzandosi sulle aree di specializzazione tecnologica che rispecchiano le vocazioni industriali e di ricerca delle regioni Veneto e Friuli Venezia Giulia, e delle province autonome di Trento e Bolzano.

La mattinata sarà dedicata alla condivisione dello stato di avanzamento tecnico e scientifico dei progetti finanziati nella prima fase del lavoro del Consorzio. Ricercatrici e ricercatori presenteranno i risultati ottenuti, interagendo con i rappresentanti delle imprese partner in uno scambio di conoscenze e competenze.

Nel pomeriggio, dalle ore 14, verrà presentata la seconda edizione dei bandi a cascata del Consorzio iNEST, destinati a finanziare attività di ricerca e innovazione di micro, piccole, medie e grandi imprese. Questi bandi mirano a introdurre innovazioni significative nei prodotti, processi o servizi delle imprese partecipanti, contribuendo alla transizione sostenibile del territorio.

Il Magnifico Rettore Pier Francesco Nocini.

L’evento pomeridiano sarà aperto dai saluti istituzionali del magnifico rettore dell’Università di Verona, Pier Francesco Nocini, e del presidente del Consorzio iNEST, Franco Bonollo. A seguire, gli interventi di Diego Begalli, prorettore e referente per il Trasferimento della conoscenza e i rapporti con il territorio dell’ateneo scaligero, e Luca Fabbri, direttore del Consorzio iNEST, che illustreranno i nuovi bandi a cascata.

Il finanziamento totale dei nuovi bandi è pari a 21 milioni di euro, coprendo dal 40% al 100% delle spese sostenute per progetti di innovazione e ricerca in nove diversi ambiti, detti Spokes. Questi includono: ambienti montani, salute e stili di vita, manifattura smart e green, architettura per città sostenibili, ambienti di vita e di lavoro sostenibili, turismo, cultura e industrie creative, agro-alimentare, ambienti marini e fluviali e modelli digitali.

La giornata si concluderà con un dibattito tra gli attori dell’Ecosistema iNEST e le aziende presenti, per approfondire i temi e le modalità di partecipazione ai bandi, i cui dettagli sono pubblicati sul sito del Consorzio iNEST.

👉 VUOI RICEVERE IL SETTIMANALE ECONOMICO MULTIMEDIALE DI VERONA NETWORK?
👉 ARRIVA IL SABATO, È GRATUITO!

PER RICEVERLO VIA EMAIL

Condividi ora!