Direttiva europea Case green, la filiera veronese fa quadrato

di Matteo Scolari
Professionisti e costruttori scaligeri si interrogano sulle nuove linee guida UE per riqualificare il patrimonio immobiliare.

In un contesto di crescente sensibilità ambientale e di normative europee più stringenti, la Direttiva europea “Case Green” si pone come un punto di svolta per il settore dell’edilizia in Italia, con l’obiettivo di rendere gli edifici più efficienti dal punto di vista energetico. A Verona, professionisti e costruttori si sono riuniti in un convegno per discutere le implicazioni e le azioni necessarie per rispettare gli ambiziosi termini della nuova normativa.

Durante il convegno “Il futuro dell’Abitare di fronte alle sfide europee”, organizzato dall’Associazione Giuseppe Barbieri e sostenuto da entità locali come l’Ordine degli Architetti e Ance Verona, è stata espressa la necessità di un intervento governativo decisivo. «La Direttiva impone una trasformazione significativa che può essere realizzata solo con il supporto concreto del Governo, sia in termini di risorse finanziarie che di semplificazione burocratica» ha spiegato Matteo Faustini, presidente dell’Ordine degli Architetti di Verona.

Matteo Faustini, presidente Ordine degli Architetti di Verona.
Matteo Faustini, presidente Ordine degli Architetti di Verona.

La riqualificazione del patrimonio immobiliare italiano è una priorità urgente, considerato che molti degli edifici nel paese sono datati e poco efficienti dal punto di vista energetico. Carlo Trestini, presidente di Ance Verona, ha evidenziato: «Per raggiungere gli obiettivi della Direttiva europea, è necessario intervenire su oltre un milione di edifici entro il 2030. Abbiamo già visto i benefici del Superbonus; ora occorre un impegno ancora maggiore»

L’attenzione si è anche focalizzata sulla necessità di rendere gli edifici non solo più efficienti, ma anche più salubri. «Efficientare non significa solo isolare, ma anche garantire la salubrità degli ambienti» ha sottolineato Alessandro Bacciconi, consigliere dell’Ordine dei Periti Industriali di Verona.

Il dibattito ha anche toccato il tema degli incentivi fiscali e delle misure di supporto per i cittadini. Romano Turri, presidente del Collegio Geometri di Verona, ha fatto appello per un piano di incentivi adeguato: «È essenziale che il Governo introduca misure fiscali e di sostegno che non lascino il peso finanziario completamente a carico delle famiglie».

In conclusione, i professionisti del settore edilizio di Verona hanno espresso un chiaro messaggio: la Direttiva Case Green è una grande opportunità per l’Italia di migliorare la sostenibilità del suo patrimonio immobiliare, ma per realizzare questo cambiamento è indispensabile un’azione coordinata tra professionisti del settore, governo e cittadini. Gli esperti sono pronti a mettere in campo la loro expertise, ma senza un quadro normativo e finanziario adeguato, gli obiettivi potrebbero restare fuori portata.

👉 VUOI RICEVERE IL SETTIMANALE ECONOMICO MULTIMEDIALE DI VERONA NETWORK?
👉 ARRIVA IL SABATO, È GRATUITO!

PER RICEVERLO VIA EMAIL

Condividi ora!