Partito il 56° Vinitaly, a Verona 4mila aziende e oltre 30mila operatori internazionali

di Redazione
Attesi nei quattro giorni del 56° Vinitaly più di 30mila operatori internazionali, tra cui i 1200 top buyer da 68 nazioni. Salone del vino inaugurato oggi a Veronafiere.

Inaugurata oggi alle 11 nell’auditorium Verdi della Fiera di Verona la 56esima edizione di Vinitaly. Con oltre 4mila cantine espositrici da tutte le regioni italiane e da 30 Paesi esteri, apre oggi il Vinitaly 2024 in programma a Veronafiere fino a mercoledì 17 aprile. Attesi più di 30mila operatori internazionali, tra cui i 1200 top buyer da 68 nazioni, selezionati e ospitati da Veronafiere e Ice Agenzia, oltre a delegazioni commerciali dai principali Paesi della domanda.

In contemporanea a Vinitaly, anche la 28ª edizione di Sol, International olive oil trade show, il 25° Enolitech, salone internazionale delle tecnologie per la produzione di vino, olio e birra, e Xcellent Beers, la rassegna dedicata alle produzioni brassicole artigianali, al suo debutto “autonomo” quest’anno. Con queste manifestazioni il contingente espositivo nel quartiere sold out sale a 4300.

Inaugurazione Vinitaly 2024
Inaugurazione Vinitaly 2024

Presenti all’inaugurazione Lorenzo Fontana, presidente Camera dei deputati; Barbara Bissoli, vicesindaca Comune di Verona, Flavio Massimo Pasini, presidente Provincia di Verona; Federico Bricolo, presidente Veronafiere; Antonio Tajani, vicepresidente Consiglio dei ministri e ministro Affari esteri; Francesco Lollobrigida, ministro Agricoltura, Sovranità alimentare e Foreste; Luca Zaia, presidente Regione Veneto; Adolfo Urso, ministro Imprese e Made in Italy, e Gennaro Sangiuliano, ministro Cultura. Nel pomeriggio presente anche Paolo Zangrillo, ministro Pubblica amministrazione.

Nel corso dell’evento sono stati assegnati anche i riconoscimenti “Premio Vinitaly International Italia”, “Premio Vinitaly International Estero” e i nuovi “Vinitaly Wine Critics Award” e “Premio Vinitaly 100 anni”.

Appello alla pace

«Inauguriamo questo Vinitaly dopo una notte difficile. Penso che, mai come in questo momento, sia necessario fare un appello alla responsabilità, alla prudenza e al lavoro di tutte le istituzioni nazionali e internazionali per arrivare alla pace. Ringrazio il governo che si sta attivando. Mi auguro che anche da questa manifestazione di caratura internazionale si possa lavorare per donare ai nostri figli un mondo di pace e di amicizia tra i popoli». Sono le parole del presidente della Camera dei DeputatiLorenzo Fontana, in apertura, oggi, della cerimonia inaugurale del 56° Vinitaly.

Dopo aver commentato la pericolosa escalation in Medio Oriente, il presidente Fontana ha ricordato che: «Quello del vino è un comparto identitario incredibile. Ogni vino, infatti, ha una sua tradizione e storia ma è anche un alimento universale» nonostante gli attacchi. Nel suo intervento Fontana ha ringraziato anche «gli operatori nazionali e internazionali presenti in fiera, oltre alle istituzioni che hanno contribuito alla crescita di Vinitaly facendolo diventare un orgoglio non solo per i veronesi ma per tutti gli italiani».

Il presidente della Camera dei Deputati Lorenzo Fontana all'inaugurazione di Vinitaly 2024. Foto Ennevi
Il presidente della Camera dei Deputati Lorenzo Fontana all’inaugurazione di Vinitaly 2024. Foto Ennevi

👉 VUOI RICEVERE IL SETTIMANALE ECONOMICO MULTIMEDIALE DI VERONA NETWORK?
👉 ARRIVA IL SABATO, È GRATUITO!

PER RICEVERLO VIA EMAIL

Condividi ora!