“Garaging”, l’app che rivoluziona la sosta nei quartieri

di Matteo Scolari
Due giovani imprenditori veronesi hanno lanciato un portale all'avanguardia che promette di porre fine all'eterna ricerca di parcheggio nelle città.

Verona si posiziona al centro dell’innovazione con un’idea rivoluzionaria destinata a trasformare il modo in cui pensiamo alla mobilità urbana. Due giovani imprenditori veronesi, con il sostegno di una cordata di investitori locali, hanno lanciato Garaging, un portale all’avanguardia che promette di porre fine all’eterna ricerca di parcheggio nelle città, nelle località turistiche e in occasione di eventi speciali. Con un occhio di riguardo per la sostenibilità, questo progetto mira a ridurre il traffico e, di conseguenza, l’inquinamento.

Garaging, che ricorda il modello di successo di Airbnb per la locazione a breve termine, offre ai proprietari di posti auto o garage la possibilità di affittarli temporaneamente. Gli utenti, denominati host, possono indicare le tariffe e gli orari di disponibilità direttamente sul portale garaging.it. Dall’altra parte, i guest, coloro che sono alla ricerca di un parcheggio, possono facilmente prenotare e pagare il posto tramite un’app, disponibile sia per iOS che per Android. Questa soluzione tecnologica è stata sviluppata dalla MWD, un’azienda veronese specializzata in sviluppo tecnologico e progetti innovativi, e include funzionalità IOT avanzate per l’apertura remota dei cancelli elettrici o delle basculanti.

Il lancio ufficiale di Garaging è previsto in concomitanza con Vinitaly, sfruttando la presenza di un centinaio di posti auto già disponibili nell’app nella zona Fiera. Il progetto ha già ricevuto importanti riconoscimenti, tra cui il premio America Innovazione dalla Fondazione Italia-USA, un premio per l’innovazione nel settore della sharing economy consegnato a uno dei fondatori, Umberto Padovani, durante una cerimonia alla Camera dei Deputati il 14 marzo.

«Siamo orgogliosi che la nostra idea sia stata così ben accolta e premiata. Garaging mira a promuovere la condivisione di posti auto non utilizzati, contribuendo attivamente alla tutela dell’ambiente e al miglioramento del traffico e dell’inquinamento nelle nostre città» afferma Umberto Padovani, uno dei due fondatori.

«Il nostro impegno verso la sostenibilità è dimostrato dalla scelta di fornitori con una filiera green certificata. Il nostro obiettivo è offrire soluzioni sostenibili che rispondano alle esigenze di lavoratori e famiglie, alleggerendo i quartieri dal traffico alla ricerca di parcheggio».

Con ambiziose prospettive di crescita, Garaging punta a conquistare il mercato veronese entro sei mesi, per poi espandersi a Milano, Roma e oltre. Le previsioni indicano 1.500 host registrati, 5.000 posti auto disponibili e 30.000 download dell’app in tre anni, segnando un nuovo capitolo nella mobilità urbana e nella vivibilità delle città italiane.

👉 VUOI RICEVERE IL SETTIMANALE ECONOMICO MULTIMEDIALE DI VERONA NETWORK?
👉 ARRIVA IL SABATO, È GRATUITO!

PER RICEVERLO VIA EMAIL

Condividi ora!