Acquisto della prima casa, novità dalla legge di bilancio

di Matteo Scolari
Le agevolazioni per l'acquisto sono state prorogate per gli under 36 ed estese anche ad altre categorie ritenute "prioritarie".

La legge di bilancio del 2024 segna un passo importante per facilitare l’acquisto della prima casa in Italia, estendendo la gamma delle agevolazioni statali a un numero maggiore di cittadini, con un occhio di riguardo per le categorie ritenute “prioritarie”. Tra le novità, spicca la proroga fino al 31 dicembre 2024 della garanzia massima dell’80% sul Fondo di Garanzia per l’acquisto della prima casa, una misura destinata in particolare a giovani coppie, nuclei monogenitoriali con figli minori, conduttori di alloggi IACP, giovani under 36 con ISEE non superiore a 40.000 euro e famiglie numerose, che rispettano determinate condizioni di reddito e composizione familiare.

Renato Landoni, presidente Kiron Spa.
Renato Landoni, presidente Kiron Spa.

La legge di bilancio destina inoltre ulteriori 282 milioni di euro al Fondo di Garanzia per l’anno 2024, sottolineando l’impegno dell’esecutivo a supportare l’accesso all’abitazione principale. Tra le categorie prioritarie, si aggiungono anche le famiglie numerose, che devono soddisfare specifiche condizioni di numerosità e reddito per accedere alle agevolazioni previste.

Queste misure mirano a ridurre gli ostacoli finanziari all’acquisto della prima casa, soprattutto per i giovani e le famiglie in difficoltà, in un periodo in cui il mercato immobiliare si presenta particolarmente sfidante.

Renato Landoni, Presidente di Kìron Partner SpA, Gruppo Tecnocasa, esprime ottimismo riguardo alle nuove disposizioni: «La proroga delle agevolazioni per gli under 36, insieme alle altre misure introdotte, dovrebbe facilitare l’accesso all’acquisto di immobili, con riflessi positivi sui volumi di vendita e sul mercato in generale».

👉 VUOI RICEVERE IL SETTIMANALE ECONOMICO MULTIMEDIALE DI VERONA NETWORK?
👉 ARRIVA IL SABATO, È GRATUITO!

PER RICEVERLO VIA EMAIL

Condividi ora!