Viticoltura e cambiamenti climatici, focus alla Cantina Valpolicella Negrar

di Redazione
Si terrà mercoledì 27 marzo alle 18.00 il tradizionale convegno organizzato da Coldiretti e Valpolicella Benaco Banca assieme alla Cantina ospitante.

Il tema delle condizioni meteorologiche che rendono le attività in vigna sempre più difficoltose sarà al centro del tradizionale convegno organizzato da Coldiretti e Valpolicella Benaco Banca organizzano con la collaborazione della Cantina Valpolicella Negrar di Valpolicella, del Consorzio Tutela Vino Valpolicella, del Comitato Palio del Recioto e dell’Amarone, dell’Associazione Pro Loco di Negrar di Valpolicella e con il patrocinio del Dipartimento di Biotecnologie dell’Università di Verona. L’appuntamento è mercoledì 27 marzo alle 18.00 alla Cantina Valpolicella di Negrar. L’incontro sarà preceduto dalla cerimonia di intronizzazione dei Cavalieri del Sovrano e Nobilissimo Ordine dell’Amarone e del Recioto che si terrà alle 17.30 nella bottaia.

Giampaolo Brunelli, presidente Cantina Valpolicella Negrar.
Giampaolo Brunelli, presidente Cantina Valpolicella Negrar.

I saluti di apertura saranno affidati dai vertici delle istituzioni promotrici dell’iniziativa: Roberto Grison, Sindaco di Negrar di Valpolicella, Giampaolo Brunelli, Presidente della Cantina Valpolicella Negrar, Daniele Maroldi, Presidente di Valpolicella Benaco Banca, Christian Marchesini, Presidente del Consorzio Tutela Vini Valpolicella, Franco Antolini, Presidente della Pro Loco di Negrar e Maurizio Ugliano, Docente di Enologia dell’Università di Verona.

Il tema al centro dell’incontro sarà approfondito da Giovanni Battista Tornielli, ordinario di arboricoltura generale e coltivazioni arboree dell’Università di Padova, il quale darà indicazioni alla platea di viticoltori su come affrontare nel modo più efficace possibile dal punto di vista agronomico l’impatto che i cambiamenti climatici inevitabilmente hanno sui vigneti per garantire così le migliori performance possibili delle viti in caso di siccità o condizioni avverse.

Daniele Maroldi, presidente BCC Valpolicella Benaco Banca.
Daniele Maroldi, presidente BCC Valpolicella Benaco Banca.

 «Gli effetti dei cambiamenti climatici influenzano anche il mondo agricolo e la nostra attenzione è rivolta alla viticoltura che rappresenta il nostro “patrimonio” – ha detto il presidente di Valpolicella Benaco Banca Daniele Maroldi – E’ importante quindi trovare soluzioni che cerchino di mitigare le conseguenze negative e la sinergia tra tutti gli attori diventa fondamentale. La nostra Banca organizza questi momenti di confronto per sottolineare l’importanza del settore vitivinicolo nella nostra provincia e per dare voce ai produttori che lavorano con serietà nel territorio».

 «Negli ultimi anni – interviene Alex Vantini, presidente di Coldiretti Verona al quale sono affidate le conclusioni – la nostra provincia è risultata la seconda in tutto il Paese per fenomeni siccitosi causati dalla forte mancanza di precipitazioni.

Alex Vantini, presidente Coldiretti Verona.
Alex Vantini, presidente Coldiretti Verona.

Gli imprenditori agricoli sono chiamati quindi a reagire con uno sforzo di adattamento che passa necessariamente dalle nuove tecnologie, alle pratiche agronomiche innovative fino ad arrivare alle Tea, le nuove frontiere della biotecnologia che nulla hanno a che fare con i vecchi OGM e grazie alle quali possiamo oggi sperare di ottenere vitigni più resistenti che rispettano le caratteristiche varietali e di biodiversità che poi trasferiscono riconoscibilità al vino».

Alla fine del convegno i partecipanti potranno gustare un risotto offerto dalla Banca e realizzato dai volontari della Protezione Civile e dell’associazione Pro Loco Negrar di Valpolicella accompagnato da una degustazione di vini Domini Veneti offerti dalla Cantina Valpolicella Negrar.

👉 VUOI RICEVERE IL SETTIMANALE ECONOMICO MULTIMEDIALE DI VERONA NETWORK?
👉 ARRIVA IL SABATO, È GRATUITO!

PER RICEVERLO VIA EMAIL

Condividi ora!