G7, rafforzata la cooperazione Italia-Ucraina

di Matteo Scolari
Adolfo Urso ha incontrato la vice premier ucraina Yulia Svyrydenko, ribadendo il pieno sostegno al governo di Kiev e annunciando l'intensificazione della cooperazione bilaterale.

A margine della seconda sessione della ministeriale Industria, Tecnologia e Digitale che si sta tenendo a Verona, si è registrato un momento di particolare rilievo politico e diplomatico: il ministro delle Imprese Adolfo Urso ha incontrato la vice premier ucraina e ministro dell’industria, Yulia Svyrydenko. In un contesto internazionale teso, l’incontro ha segnato un passo importante verso il rafforzamento dei legami tra Italia e Ucraina.

Nel corso della riunione, il ministro Urso ha espressamente manifestato la preoccupazione dell’Italia per le conseguenze della guerra d’invasione russa in Ucraina, assicurando il pieno sostegno e la solidarietà al governo di Kyiv. L’intenzione dichiarata è quella di intensificare la cooperazione bilaterale, sia attraverso progetti di interesse comune sia nel contesto delle tematiche discusse durante il G7.

Uno degli argomenti salienti trattati è stato il progetto della piattaforma logistica intermodale di Horonda, pensata per facilitare gli scambi commerciali con l’Ucraina in un periodo in cui le infrastrutture portuali del Paese sono gravemente compromesse dal conflitto. Questa iniziativa rappresenta un tassello cruciale non solo per l’Ucraina, ma per l’intera regione, offrendo prospettive di sviluppo e di stabilità economica in un momento di crisi.

La volontà comune di procedere con la firma di un Memorandum of Understanding (MoU) il prossimo 9 aprile a Trieste, in occasione di un incontro tra i ministri dei Paesi del quadrante est europeo, sottolinea l’impegno concreto delle parti verso la realizzazione di questo progetto strategico. L’accordo punta a consolidare le basi per una collaborazione duratura, con benefici non solo per i due Paesi direttamente coinvolti ma per l’intera area est europea, contribuendo a un sistema di scambi commerciali più resiliente e dinamico.

Questo incontro, nel cuore di Verona, pone le basi per future collaborazioni che possono tracciare nuove rotte per il commercio e per lo sviluppo industriale in un’Europa che cerca vie per superare le divisioni e guardare avanti verso un futuro di pace e prosperità.

👉 VUOI RICEVERE IL SETTIMANALE ECONOMICO MULTIMEDIALE DI VERONA NETWORK?
👉 ARRIVA IL SABATO, È GRATUITO!

PER RICEVERLO VIA EMAIL

Condividi ora!