Luca Faccioni è il nuovo presidente della Cooperativa Ortofrutticola Basso Adige

di admin
Faccioni, imprenditore agricolo del territorio e già presidente di Condifesa Verona CODIVE, subentra a Daniele Signoretto, alla guida della Cooperativa da 26 anni.

Cambio al vertice della Cooperativa agricola O.B.A, Ortofrutticola Basso Adige, di Angiari. Il nuovo presidente è Luca Faccioni, imprenditore agricolo del territorio e già presidente di Condifesa Verona CODIVE. Faccioni subentra a Daniele Signoretto, alla guida della Cooperativa da 26 anni. La Cooperativa commercializza frutta e verdura, tra cui soprattutto mele, pere, drupacee, meloni, angurie, asparagi, insalate, zucche, zucchine.

«Ringrazio Signoretto per l’attività svolta nella sua lunga presidenza e il consiglio che mi ha eletto – commenta Luca Faccioni -. È un onore presiedere una Cooperativa che ha 60 anni di attività e 141 soci provenienti da tutta la provincia che producono eccellenze agroalimentari locali. O.B.A. è una realtà dinamica e attenta ai propri soci. Il mio impegno è di proseguire sulle linee guida tracciate da Signoretto ma allo stesso tempo cercare di trovare nuove soluzioni per sostenere la Cooperativa in un periodo complicato per il settore agricolo come quello attuale per le gravi conseguenze climatiche, per la presenza di insetti alieni che danneggiano le colture e per le difficoltà commerciali in Europa».

Positivo l’anno di esercizio di O.B.A che va dal primo giugno 2022 al 31 maggio 2023 con un aumento di fatturato del +65% rispetto al 2021, passando da 2,45 milioni di euro a oltre quattro milioni di euro, grazie alla maggiore produzione, ai migliori prezzi e all’aumento dei soci.
Nello specifico le mele sono aumentate di 26.650 quintali per un totale di 72.034 quintali, le pere di 17.300 quintali per un totale 19.762quintali e le drupacee di circa 2.500 quintali per un totale di 3.339 quintali. Il totale dei conferimenti complessivi di frutta e verdura è stato di 100.255 di quintali.

La Cooperativa Ortofrutticola Basso Adige, che aderisce all’O.P. Consorzio Ortofrutticolo Padano, sta investendo anche sui giovani: il Consiglio di Amministrazione si è rinnovato con l’ingresso di tre nuovi giovani(con una media di 30 anni) su nove componenti, che  sapranno dare il proprio contributo. Tra le varie attività, la Cooperativa oltre a offrire assistenza tecnica, finanzia i propri soci per reimpianti o impianti nuovi di piante, impianti irrigui e reti antigrandine. 

Condividi ora!