Confartigianato: parte il progetto di Work Experience per disoccupati over 30

di admin
Confartigianato Imprese Verona propone un percorso formativo di work experience rivolto a persone disoccupate, uomini e donne, con almeno 30 anni, e strutturato sulla base di un dialogo diretto con le imprese del settore, che comprende Edilizia, Impianti, Legno Arredo e Meccanica.

Le imprese della filiera delle Costruzioni, in questo momento storico, vivono, da un lato la necessaria riorganizzazione interna, dopo i mutamenti fiscali e conseguenti all’era dei bonus e della cessione dei crediti, dall’altro palesano la necessità di nuove risorse per compensare la carenza di manodopera.

«Da qui la proposta di un percorso formativo di work experience – afferma Valeria Bosco, direttrice di Confartigianato Imprese Verona –, rivolto a persone disoccupate o inoccupate, uomini e donne, con almeno 30 anni, e strutturato sulla base di un dialogo diretto con le imprese del settore, che comprende Edilizia, Impianti, Legno Arredo e Meccanica, che ci hanno espresso i loro bisogni, anche in relazione con un’analisi dell’attuale mercato del lavoro. Un percorso per la creazione di una figura che si occupi di supportare i dipendenti e i titolari e che gestisca e coordini i processi di cantiere».

Il progetto è realizzato nell’ambito del bando “Next Generation WE”, per la presentazione di progetti di Work Experience rivolti alle persone disoccupate a valere sulle risorse del PR FSE+ 2021/27, approvato dalla Regione del Veneto. 

«Oltre alle tematiche tecniche – aggiunge Bosco – abbiamo scelto di inserire nel percorso anche moduli dedicati alle capacità relazionali e allo sviluppo delle competenze personali e saranno inoltre messi a disposizione esperti che introducano i partecipanti alla compilazione del proprio bilancio di competenze e che li supportino nella stesura del curriculum vitae e nella preparazione dei colloqui, ben sapendo che alle volte chi non lavora vive anche un momento di difficoltà personale».

Per il corso si prevedono 188 ore di formazione d’aula, mentre per lo stage retribuito, proposto da Confartigianato Verona, tramite il proprio ente di formazione UPA Servizi e da Gruppo Formazione, si prevedono tre mesi tarati a partire da trenta ore settimanali, per agevolare anche la partecipazione femminile e conciliare le esigenze di vita e lavoro. Il tirocinio verrà svolto all’interno di imprese della filiera delle Costruzioni che già hanno espresso disponibilità a accogliere nuove risorse in azienda.

I partecipanti saranno formati sia sui temi tecnici, sia relazionali, e sarà curata la relazione all’interno del gruppo e la fortificazione personale.

I contenuti riguarderanno:

  • allestimento di un cantiere (pianificare e organizzare il funzionamento del cantiere, procedure di disegno tecnico e di calcolo delle superfici);
  • adempimenti amministrativi e contabili (gestione economico finanziaria dei cantieri edili);
  • gestione del cantiere e coordinamento del team di lavoro (modelli e tecniche di comunicazione e gestione delle risorse umane);
  • principi di QHSE in cantiere (qualità e sicurezza sul cantiere, riferimenti normativi in materia ambientale);
  • competenze digitali, green e soft skills (cybersecurity, sostenibilità dei processi, comunicazione interpersonale);
  • teatro d’impresa (autoconsapevolezza ed empowerment, strategie promozionali del sé).

Le domande di partecipazione, assieme alla documentazione richiesta, dovranno essere inviate entro il 26 aprile 2023 a Confartigianato Imprese Verona (anche tramite e-mail a iscrizioni.formazione@confartigianato.verona.it o via Whatsapp al numero 3291877665) unitamente a curriculum vitae con consenso al trattamento dei dati personali, copia fronte-retro di un documento d’identità e del codice fiscale. Per informazioni: tel. 0459211555.


Condividi ora!