5° Concorso “Best of Wine Tourism” . La CCIAA dal vino all’olio

di admin
5° Concorso “Best of Wine Tourism” – da quest’anno, dedicato anche all’Olio d’oliva – indetto dalla Camera di Commercio di Verona. Invito all’iscrizione, entro il 30 marzo 2021.

Se, sinora, il concorso Best of Wine Tourism, era dedicato solo al vino, da quest’anno, l’iniziativa, rivelatasi molto valida, quale rete di esperienze di vacanza, tra cantine vinicole, è ampliata alle anche alle imprese dell’olio.  Un misto enogastronomico, che vale come importante opportunità, per il turismo di prossimità. In sostanza: il turista visita cantina o oleificio, ne degusta i prodotti, e vi trova adeguata ospitalità, con pernottamento ed altro. La Camera di Commercio di Verona: Secondo l’Osservatorio del Turismo regionale federato della Regione Veneto, il 2020 ha segnato un anno di mutazioni nella domanda e, come risposta al cambiamento, di innovazioni nell’offerta. Tra le principali mutazioni riscontrate, nell’ecosistema dei viaggi, le più misurabili sono state l’escursionismo e la scoperta dei territori vicini. Nel 2020, le attività all’aperto sono state il traino di diversi players, del turismo. Già nel 2019, i turisti digitali si sono affacciati sul mercato delle esperienze, con numeri rilevanti: il 50% per attività culturali, il 30% per eventi, il 29% per tour guidati, il 27% per attività di relax e benessere, il 26% per svolgere attività sportive. In questo contesto, la Camera di Commercio, con il Concorso Best Of Wine Tourism, si premia le aziende vitivinicole e di servizio del mondo del vino e, quindi dell’olio, che si distinguono per la qualità dei loro servizi turistici. Si può concorrere in diverse categorie: ricettività, ristorazione, architettura e paesaggio, arte e cultura. Una settima categoria è prevista, per le imprese di servizio alla filiera del vino. Ciascuno dei vincitori, nelle sette categorie parteciperà, alla selezione internazionale di Best of Wine Tourism, concorso enoturistico del circuito internazionale Great Wine Capitals. “Invitiamo tutte le imprese della filiera del vino e dell’olio a iscriversi – afferma il vice presidente della Camera di Commercio di Verona, Paolo Tosi – poiché le stesse potranno avere accesso a alla promozione coordinata dell’intero territorio veronese, che la Camera di Commercio, insieme alle due destinazioni Lago di Garda e città di Verona, e ai quattro marchi d’area  – Lessinia, Pianura dei Dogi, Soave-Est Veronese, Valpolicella) – sta costruendo. Offrire tutto il territorio veronese, nel suo complesso, è una strategia, condivisa e costruita, insieme all’assessore regionale Federico Caner e alla Direzione del Turismo del Veneto, che ringrazio pubblicamente, per il grande supporto”. Nella strategia di promozione unica delle offerte turistiche e di accoglienza del territorio veronese, svolge un fondamentale ruolo il progetto di mappatura dell’offerta turistica per il settore dell’enogastronomia. Tutte le esperienze di eno- e oleourismo saranno raccolte in una Guida, che sarà distribuita in Italia e all’estero. “La grave emergenza sanitaria a livello globale non ha rallentato – conclude Tosi – anzi ha rafforzato l’impegno dell’Ente camerale, nella promozione di settori strategici dell’economia veronese, tra cui il turismo, con progetti come Destination Verona, la rete Unesco Mirabilia ed il network Great Wine Capitals, che, a fianco del sostegno diretto al settore, vogliono riportare Verona ad essere una. fra le più importanti mete turistiche italiane”. Dopo il successo registrato negli anni scorsi, con 115 partecipanti, nelle precedenti quattro edizioni, la Camera di Commercio continua nella propria attività di sviluppo territoriale legata al mondo dell’enoturismo, che vede Verona, unica città italiana, ad essere presente, nella rete delle Grandi Capitali del Vino assieme a Adelaide (South Australia), Bilbao e Rioja (Spagna), Bordeaux (Francia), Losanna (Svizzera), Mainz (Germania), Mendoza (Argentina), Porto (Portogallo), San Francisco e Napa Valley (Usa),  Valparaìso, Casablanca Valley (Cile) e Cape Town (Sudafrica). Il Concorso volge l’attenzione alle aziende del Lago di Garda, di Verona città, del Soave-Est, Valpolicella, Lessinia e Pianura dei Dogi. L’iniziativa, dunque visita-ospitalità, assume maggiore importanza, in questo triste e pesante periodo pandemico, perché, segnala Riccardo Borghero, vice segretario generale, se l’export di vino risulta stazionario, ad esso, si aggiunge il consumo e la possibile vendita in loco, al pur modesto turismo d’oggi.  Sono, quindi, importanti – e possono essere motivo, anche di nuove iniziative, da parte delle Aziende – le seguenti due considerazioni: a) per enoappassionati: visitare un museo del vino, fare un picnic, tra i vigneti o addirittura soggiornarvi, adottare una vigna, festeggiare il proprio compleanno in vigna, con un barbecue, o visitare i campi in bici elettrica, mountain bike o anche in vespa, fare una degustazione virtuale, imbottigliare il proprio vino… Alcune delle esperienze creative, quindi, che gli enoturisti possono sperimentare nelle aziende vitivinicole veronesi, esperienze, peraltro, valorizzate ,in tutto il mondo, dalla Camera di Commercio, con il sopra descritto Concorso Best of Wine Tourism; b)… l’oleoturismo può trovare felice realizzazione nella partecipazione alla raccolta delle olive, in visite guidate in frantoio, per conoscere le fasi del ciclo produttivo dell’olio, passando alle degustazioni, a corsi d’assaggio e di cucina, ai laboratori, per famiglie e bambini, a cene a tema, a camminate, con pic-nic e  con ogni genere di evento, che abbia, come protagonista, l’extravergine di oliva, alimento principe della dieta mediterranea. Esperienze, spesso all’avanguardia, che diventeranno indimenticabili, per il turista appassionato di olio e tutte da vivere, nonché, adattissime a promuovere il paesaggio e il prodotto, in un mix indissolubile che lega la cultura dell’olio all’identità della terra e della gente che lo produce. Info:turismo@vr.camcom.it. Ci permettiamo di sottolineare: iscrizioni, entro il 30 marzo prossimo…
Pierantonio Braggio

Condividi ora!