Il bilancio 2018 di ATV, Verona. Utile a 3,1 milioni. In crescita passeggeri e ricavi.

di admin
Una performance di assoluto rilievo, quella del 2018, con valore della produzione a 74,5 milioni e un utile pari a 3,1 milioni: due elementi, che testimoniano l’ottimo stato di salute dell’Azienda, che non ha lesinato investimenti, per il miglioramento del servizio, come sottolinea il presidente Massimo Bettarello: “Nel 2018, abbiamo dato il primo forte impulso…

Un impegno considerevole per una realtà come la nostra, che ha richiesto notevoli sacrifici, tuttavia l’upgrade del parco mezzi – entro la fine di quest’anno, saranno 90 i nuovi autobus in strada – è assolutamente necessario, per consentirci di migliorare le performance sotto tutti i punti di vista: in primo luogo, quello ambientale, con la riduzione delle emissioni inquinanti, ma, ne trae vantaggio anche la qualità del viaggio, offerta al cliente, grazie all’aumentata sicurezza e al maggiore comfort, e, naturalmente, l’attenzione per le categorie più deboli, che possono contare su mezzi, a totale accessibilità. Investire sull’acquisto di autobus moderni è quindi essenziale, per la soddisfazione di tutti i nostri stakeholder”. Conforta anche l’utilizzo, in aumento, del trasporto pubblico, da parte dei veronesi e l’aumento costante dei passeggeri trasportati. “Dal 2011 ad oggi – è l’analisi del direttore generale dell’Azienda, Stefano Zaninelli – il trend dei viaggiatori è in costante crescita: oggi trasportiamo quasi il 30 per cento di persone in più, rispetto a otto anni fa, e i dati del bilancio 2018 confermano questa tendenza: complessivamente, i viaggiatori sono aumentati del 3,5%, sia in ambito urbano, che extraurbano, arrivando a quota 71,6 milioni. In crescita. anche gli introiti delle vendite dirette di biglietti (+5,5%) e di abbonamenti (+3%), per un incremento complessivo di 1,3 milioni (+4,2%), rispetto al venduo, nel 2017. Oltre all’impegno e la professionalità dimostrati dal personale ad ogni livello, determinanti, per questo positivo risultato, sono stati ancora una volta le azioni a contrasto dell’evasione, come il potenziamento dell’attività di verifiche, ed il servizio di vendita dei biglietti, da parte degli autisti, attività che generano benefici, sia alle vendite a bordo, che alle biglietterie”. “Impatto molto positivo sui ricavi – continua il Direttore generale di ATV – ha fatto registrare anche quest’anno la rete dei collegamenti sul bacino del Lago di Garda: sono stati oltre 800 mila i passeggeri che tra maggio e ottobre hanno utilizzato le linee nell’area del Benaco. Abbiamo così contribuito a togliere, dalle già affollate strade del Lago, oltre 300 mila vetture private. A migliorare l’attrattività del nostro servizio, per gli ospiti in soggiorno, sul Basso Garda, ricordo l’introduzione del prolungamento della linea 479, da Peschiera fino a Valeggio e Borghetto, che ha avuto un buon riscontro da parte dell’utenza. Molto graditi anche i rinforzi prolungati. per tutto il mese di ottobre, delle corse, sulla direttrice Verona-Garda e Peschiera-Riva del Garda, operazione, che ci ha permesso di superare le storiche criticità, dovute alla sovrapposizione, in questo periodo, della clientela turistica, con quella dei pendolari”.

Sotto il profilo gestionale, è rilevante il rinforzo degli organici, essendo stati assunti, nel corso del 2018, 67 nuovi conducenti. Elevata l’attenzione alla formazione del personale, con 94 corsi, frequentati da 556 dipendenti, per un totale di ore di 6871 ore uomo, con, fra l’altro, attenzione all’approccio dei conducenti, rispetto alle problematiche delle persone con disabilità, attraverso la sperimentazione diretta da parte dei partecipanti, delle difficoltà quotidiane affrontate dai disabili, quali la salita/discesa con una sedia a rotelle. ATV mora anche a rendere il trasporto pubblico più performante, oltre che dal punto di vista della qualità del servizio per il cliente, anche da quello della ricaduta ambientale e sociale. E, sul tema sostenibilità, ha affermato il presidente di FNM, Andrea Gibelli: “I numeri del Bilancio 2018 di ATV conferman, una volta di più, che si tratta di un’azienda solida e in grado di offrire un servizio efficiente. Mettere la persona al centro del sistema della mobilità, elevando allo stesso tempo gli standard di qualità del servizio offerto, è l’impegno quotidiano di tutte le aziende del Gruppo FNM e ovviamente anche di ATV. Voglio sottolineare come particolarmente significativo anche il crescente e rinnovato impegno sul fronte della sostenibilità che va dall’attenzione per le persone più fragili e con disabilità, alla riduzione delle emissioni inquinanti e sonore, alle tante altre iniziative di valore sociale e ambientale, che rendono ATV una realtà in grado di creare valore per il territorio”. In qualità di socio – sottolinea il presidente di Amt, Francesco Barini ­– voglio fare i compliment, per questo risultato, all’intera struttura ATV, a partire dai vertici fino a tutto il personale operativo, autentico “motore”, che permette all’Azienda di offrire, ogni giorno, ai cittadini un servizio di trasporto di prim’ordine. Lo conferma il fatto, che sono in costante aumento i veronesi, che si avvicinano al trasporto pubblico. Questo, grazie anche ai 90 nuovi autobus, appena acquistati, a tutto beneficio della qualità del trasporto, ma anche dell’ambiente. Soddisfazione anche, per il sostegno offerto da ATV al tessuto territoriale veronese, come confermano i 300 mila euro, investiti a favore della Fondazione Arena, come Art Bonus”.  “I risultati di ATV sono positivi, ma, oltre ai dati economici in crescita, è importante sottolineare l’aumento del numero dei passeggeri” – evidenzia il sindaco di Verona Federico Sboarina: “Per una città come Verona, che ha un centro esteso e molto frequentato, questo elemento mette in evidenza come il trasporto pubblico rappresenti sempre di più un’alternativa all’auto privata. Utilizzare i mezzi pubblici porta a meno traffico e meno inquinamento, entrambi fattori determinanti per migliorare la qualità della vita della nostra città. Va sottolineato che la flotta di mezzi ATV conta su bus nuovi e a bassissime emissioni. Bene anche i collegamenti da e per il Garda. Verona è amata e frequentata dagli stranieri che, trovando un servizio efficiente, preferiscono non utilizzare la propria auto. Per continuare a migliorare vivibilità e qualità degli spostamenti, resta centrale il tema delle risorse: come amministrazione, lavoreremo con Regione e Ministero dei Trasporti, per garantire le risorse adeguate a un continuo sviluppo del trasporto pubblico”. Pierantonio Braggio

Condividi ora!