La “Pesca” di Verona, a Bardolino, lago di Garda. Il 24 giugno, l’8 ed il 22 luglio ed i 7 agosto 2018, saranno dedicati a “La Pesca in Tavola”.

di admin
Sì, “Pesca in tavola”, perché molti Ristoranti veronesi la proporranno, come genuino frutto di stagione, ideale per l’estate. Non solo. La ridente Bardolino predisporrà, per gli ospiti, in ogni camera d’hotel – ha segnalato il sindaco di Bardolino, Ivan de Beni – una confezione di pesche, accompagnata da una bottiglia di generoso “Chiaretto”… Il tutto…

Ha curato i dettagli dell’importante operazione la signora Paola Ramponi del Comune di Sommacampagna. Quest’anno, la stagione produttiva è iniziata un po’ in ritardo, cosa dovuta al tempo, con un raccolto ridotto, che fa sperare in una quotazione migliore… Molto interessante e confortante, poi, il fatto che veronesi e turisti raggiungano, sempre in maggiore numero, la campagna, per comprare le pesche, appena raccolte, in loco… – ha affermato, soddisfatto, Luigi Cadura, sindaco di Pescantina. L’iniziativa de “La Pesca in Tavola”, presentata, nella Sala rossa della Provincia, dal presidente Antonio Pastorello e dai sindaci delle cittadine citate – rappresentavano il Comune di Sommacampagna, l’assessore Giandomenico Allegri, e il Comune di Villafranca, Carlo Rigoni – si svolgerà, quest’anno, in quattro giornate. Il primo appuntamento è previsto per il 24 giugno, il secondo, nei giorni 8 e 22 luglio, il terzo, il 7 agosto, in concomitanza con l’evento “Aperitivo sotto le stelle”. L’occasione della nuova kermesse permetterà agli agricoltori di proporre direttamente al pubblico i propri prodotti, offrendo, al tempo, assaggi e succhi della Pesca di Verona. Ovviamente, il tutto sarà accompagnato dal delicato e roseo ‘Bardolino Chiaretto’. Ma, la cosa si amplia fecondamente, attraverso la collaborazione di sessanta ristoranti ed ambienti e di cinquanta aziende agricole, che aderiscono all’iniziativa, nei quali si potranno degustare ed acquistare le Pesche prodotte nei sette Comuni citati… Una grande kermesse, che fa conoscere l’agricoltura veronese, in grande stile, con le sue Pesche ed il suo Vino, esaltando prodotti strettamente locali, genuini e profumati, e promuovendo, quindi, in modo incisivo, le rispettive economie locali. Chiudiamo con una lode per l’ideazione e la realizzazione della descritta iniziativa, ma, aggiungendo che vedremmo molto volentieri, e con certezza di riuscita, ’na giornàda, dedicàda al Pèrségo de Verona, proposto su ‘na diésìna de bèi banchéti, ‘n Piàssa Bra, ‘n dóve, la génte la pòssa védar la béléssa dei Pèrséghi veronesi, pódèndoli cómprar, ‘na vòlta tanto, a bòn marcà, dirétamente dai ‘Grìcoltóri…! Il frutto “Pesca” – ideale dono della natura per l’estate – è antiossidante, dissetante, diuretico, ipocalorico, fornisce zuccheri, senza appesantire; favorisce l’abbronzatura; mantiene in forma e rafforza denti, ossa, pelle ed occhi, www.lapescaatavola.it.
Pierantonio Braggio

Condividi ora!