Tecnologia per le imprese italiane e russe.

di admin
Verona, e l’Agenzia per lo Sviluppo tecnologico della Federazione Russa, allo SPIEF ’18, Forum economico di San Pietroburgo.

Supportare la cooperazione tecnologica applicata nei settori attualmente più strategici per lo sviluppo delle imprese italiane e russe, favorendo la ricerca, il progresso e, quindi i rapporti commerciali finalizzati all’interscambio, anche di know how specializzato. È la sintesi dell’agreement firmato ieri nel day 0 del Forum economico internazionale di San Pietroburgo (Spief, 24-26 maggio 2018) da Antonio Fallico, presidente della fondazione scaligera Conoscere Eurasia – capofila della partecipazione italiana alla Davos russa – e Maxim Shereykin, direttore generale dell’Agenzia per lo sviluppo tecnologico della Federazione Russa, a conclusione del tavolo di lavoro su “Tecnologie europee per aumentare la qualità della vita”. Per Antonio Fallico, presidente di Conoscere Eurasia e di Banca Intesa Russia: “L’accordo tra Conoscere Eurasia e l’Agenzia, per lo Sviluppo tecnologico della Federazione Russa, sottoscritto ieri, apre nuove e promettenti prospettive, per la cooperazione tra l’Italia e la Russia nel campo della tecnologia avanzata, non colpita dalle sanzioni. La firma è stata preceduta da una fase di ricerca e individuazione delle tecnologie italiane attualmente più interessanti per il mercato russo. L’insediamento di un gruppo operativo di coordinamento avrà il compito di intermediare e favorire la cooperazione in questo ambito di business, anche attraverso strumenti finanziari e di investimento a favore delle imprese dei due Paesi”. Nel 2017 l’export di prodotti di tecnologia italiana in Russia ha sfiorato i 3 miliardi di euro (+33,5% sul 2016), circa il 38% del valore complessivo delle esportazioni che, l’anno scorso, hanno raggiunto quasi 8 miliardi di euro. Tecnologia: un settore importantissimo per l’impresa, la quale ad esso, non può sottrarsi, per non perdere attimi di modernizzazione, vitali, per lo sviluppo. Se la tecnologizzazione – che riguarda i più diversi segmenti d’un’azienda – nel nostro caso, è importante per la Russia, per la sua evoluzione e per il suo progredire, la digitalizzazione è importantissima, per l’Italia, come sopra rilevato, perché anch’essa è parte importante del nostro export. Un annuncio rilevante, quello sopra riportato, che conferma, fra l’altro, le buone relazioni di Verona e la Russia, relazioni, che, anche attraverso la tecnologia, fanno prevedere ottimi sviluppi.
Pierantonio Braggio

Condividi ora!