Mirabilia – 6th International Exchange of Cultural Tourism. Convegno e Borsa, presso la Camera di Commercio di Verona.

di admin
La Camera di Commercio di Verona ha ospitato, il 23 ottobre 2017, la VI Borsa Internazionale del Turismo “Mirabilia”, che ha offerto ai presenti informazioni dettagliate sull’attività di “Mirabilia” stesso e sul turismo in Italia, non trascurando il lato delle relazioni dirette fra produttori – 250 aziende – e possibili compratori – presenti nel numero…

Una rete, quindi, che mira a dare luce a territori, a luoghi e a città, meritevoli d’essere raccomandati al turismo internazionale, non trascurando gli aspetti organizzativi, fra i quali anche la formazione nel settore della cucina, della ristorazione e dell’ospitalità. Se Giuseppe Riello, presidente della Camera di Commercio di Verona, ha porto il saluto d’apertura dell’incontro, e Francesca Briani, assessore al Turismo del Comune scaligero, si è detta onorata di ospitare a Verona Mirabilia VI, sono stati relatori Angelo Tortorelli, presidente della Camera di Commercio di Matera; Michel Bossi, presidente della Camera di Commercio di Tarn; Evelina Christillin, presidente di ENIT; Michele Uva, direttore generale di FIGC, che ha posto in evidenza l’importanza dello sport, agli effetti della creazione di turismo; Giuseppe Tripoli, segretario generale di Unioncamere; Lino Stoppani, presidente FIPE, e Francesco Palumbo, direttore generale di MIBACT. Ha concluso i lavori Ivan Lo Bello, presidente di Unioncamere, segnalando che nel 2016, il turismo ha generato il 6% del Pil italiano, per complessivi 89,9 miliardi di euro, avendo dato e dando lavoro a 1,5 milioni di persone e che le attività, svolte dal sistema produttivo culturale e creativo, hanno anche un effetto moltiplicatore, su altri ambiti economici, pari a 1,8, ossia, per ogni euro prodotto dalla cultura, se ne attivano 1,8 in altri settori. Ricordato anche che il 37,9% della spesa turistica è attivato dalla cultura, Lo Bello ha sottolineato, ancora, come l’aver saputo coniugare, con Mirabilia, in un’unica azione coordinata, la valorizzazione della Grande Bellezza dei siti patrimonio Unesco, “meno noti”, al grande pubblico, con la “grande ricchezza” dei loro territori, è certamente uno dei punti di forza di questa iniziativa. Una ricchezza, fatta di filiere produttive, d’artigianato di qualità e di un’enogastronomia, unica al mondo. Mirabilia è, quindi, uno dei progetti, che diverse Camere di Commercio hanno deciso di realizzare, per adempiere alla nuova funzione di valorizzazione del patrimonio culturale e di promozione del turismo, introdotta dalla riforma camerale. Siamo dinanzi ad una grande, bene studiata iniziativa, che avrà sicuramente ottimi sviluppi in futuro e che contribuirà, in modo incisivo, alla creazione di sempre maggiore flusso turistico, con i suoi risvolti positivi sull’economia del Paese. Quanto all’arte, vincitore della I edizione del “Premio nazionale Mirabilia ARTinART – Artigianato in Arte” è stato Luca Colacicco, che ha realizzato il "Tronco Lucano", un tavolino realizzato con tecnologie artigianali, su disegno a stampa tridimensionale, ossia, una mescolanza di tradizione e d’innovazione della lavorazione del legno e dell’innovazione tecnologica, applicata all’artigianato artistico. Tra le altre opere presentate, dagli artisti locali dei siti Mirabilia, ne sono state premiate ulteriori tre: “Viaggiamenti”, della veronese Marina Bertagnin, “Sentieri 3”, di Nives Marcassoli e “Caos e Ordine, nell’Universo pensato: ALBA CELESTE”, di Antonio Zaccarella. Ha consegnato i premi Milo Manara, noto fumettista e intellettuale scaligero, che ha affermato: "Questa è la prima volta, che partecipo ad una giuria e sarà anche l’ultima… E’ una sofferenza, distinguere tra un’opera d’arte e l’altra. Sono tutte ugualmente meritevoli di un premio e non vedo chi sia io, per giudicare chi sia più o meno bravo.


Pierantonio Braggio

Condividi ora!