2017 EIT Awards – ecco i vincitori: nuovi innovatori per cambiare faccia all’ Europa

di admin
L’ EIT (Istituto europeo di Innovazione e Tecnologia) premia i principali imprenditori e innovatori che hanno proposto soluzioni alle sfide nei settori del clima, dell’energia, della digitalizzazione, dell’alimentazione, della sanità e delle materie prime.

Imprenditori e innovatori di tutta Europa hanno preso parte alla scorsa edizione della cerimonia degli EIT awards, durante l’INNOVEIT, dei forum più importanti d’Europa nel campo dell’innovazione che quest’anno si è svolto a Budapest.
Tibor Navracsics, commissario per l’istruzione, la cultura, la gioventù e lo sport, ha dichiarato: “I vincitori dell’EIT Awards di quest’anno sono fonte d’ispirazione. La EIT Community e gli EIT Awards mostrano quanti nuovi giovani europei hanno il talento, la creatività e la determinazione per aiutarci ad affrontare le grandi sfide del nostro continente. La EIT è attenta ad offrire ai giovani la possibilità di trasformare le loro migliori idee in prodotti, servizi e lavori. Per promuovere maggiormente innovatori come questi, l’Europa deve integrare meglio l’imprenditorialità e l’innovazione nell’istruzione – esattamente quello che fa la EIT Community.”
2017 EIT AWARDS WINNERS
EIT CHANGE AWARD – premia i laureati che portano innovazioni in ambito sociale
Florence Gschwend, svizzero, co-fondatore e Direttore delle operazioni di Chrysalix Technologies, ha vinto il premio per il processo di BioFlex che permette di trasformare il legno di scarto contaminato dalle costruzioni e demolizioni in combustibili, materiali e prodotti chimici a basso costo, contribuendo a costruire un domani più pulito per tutti.
Premio ricevuto: 15.000€
“Non ho mai pensato di diventare un imprenditore prima di entrare in contatto con gli eventi e i programmi organizzati da EIT Climate-KIC. Loro mi hanno aiutato a tirar fuori l’imprenditore che è in me e questo premio è ora un ulteriore step che mi aiuta a perseguire il mio obiettivo di implementazione della tecnologia BioFlex, soprattutto nell’applicazione in campo reale. Nei prossimi 10 anni punto a convertire un milione di tonnellate di legno di scarto ogni anno” così ha commentato Florence Gschwend.

Condividi ora!