Cimitero Ebraico, Verona. Celebrato lo Yom Kippùr 2017-5778, la più grande festa del calendario ebraico.

di admin
I morti vanno sempre ricordati, siano stati essi personaggi importanti o meno. A Verona, ha reso omaggio ai propri Defunti, presso l’antico Cimitero Ebraico, creato nel 1856, la Comunità ebraica di Verona, la mattina del 29 settembre 2017-5778.

Tale data non è frutto del caso, ma, parte della data di celebrazione della maggiore festa religiosa ebraica, festeggiata dagli Ebrei di tutto il mondo, fra la sera del 29 settembre e il tramonto del 30 dello stesso mese e dedicata allo Yom Kippùr, ossia, al giorno della richiesta a Dio del perdono dei propri peccati o giorno della riconciliazione o, ancora, del timore. Un giorno, poi, che impone il digiuno e l’astensione dal lavoro, fra l’altro. Dopo la recita di alcune preghiere, nel tempietto centrale, sono state visitate numerose tombe – davanti a ciascuna delle quali il rabbiono Josef Labi ha pure letto una preghiera, ponendo sulla tomba stessa, un piccolo sasso, così come hanno fatto altri presenti, quale segno di avvenuto ricordo. Corone del Comune di Verona sono state poste, a cura di Vigili urbani in alta uniforme e con il Gonfalone di Verona, davanti alla tomba di Achille Forti (1878-1937), grande benefattore di Verona, e sull’avello di Rita Rosani (1920-1944), la quale, appartenente ad un gruppo partigiano, attivo nel Veronese, durante la seconda guerra mondiale, fatta prigioniera sul Monte Comùn, ferita e, quindi, uccisa da un militare fascista, è, oggi, Medaglia d’oro al Valore Militare. L’occasione del religioso incontro ha permesso di meglio conoscere particolari del mondo ebraico e d’intessere amichevoli relazioni. Oltre al rabbino Lavi, erano presenti l’assessore Edi Maria Neri, in rappresentanza del sindaco di Verona, Federico Sboarina, e il presidente della Comunità ebraica veronese, Bruno Carmi. Il Cimitero ebraico, che senz’altro merita una visita, quale grande parte della storia veronese, si trova in via Antonio Badile 89, 37131 Verona. Nota: il 5778 è l’anno ebraico, calcolato dai giorni della Creazione del globo, da parte di Dio.
Pierantonio Braggio

Condividi ora!