Inaugurazione mostra: Giacomo Bagnara Young

di admin
Domani, venerdì 15 settembre 2017 ore 18.30 con presentazione del catalogo e Dj set BRI (Hula Night) (Verona, Via G. Fracastoro, 15) Un progetto a cura di Sofia Bergamini Esposizione: 15 settembre - 15 novembre 2017

Illustrazioni, ceramiche, tele e sculture intrise di verità, ironia, cinismo e sprazzi di ambiguità. Cariche, come sempre, di colore, geometria e pulizia del tratto.
Con <s>Young </s>, la personale che inaugura domani a Verona alle ore 18.30 alla Galleria Fuori le Mura (via Fracastoro 15), l’illustratore veronese Giacomo Bagnara prende le distanze dalla giovinezza e si apre al nuovo.
Curata da Sofia Bergamini, in questo progetto le stesse idee e i medesimi spunti sono oggetto di un’elaborazione che si è fatta più matura e consapevole. A “diventare grande” è, specialmente, l’intento: la serie di lavori che convergono in <s>Youn</s>g esprimono appieno la voglia di mettersi in gioco del loro ideatore, che ha voluto mostrare la personalissima visione quotidiana delle cose: duplice, talvolta sarcastica, comunque ironica. Ma sempre di una disarmante immediatezza di significato e facilità di comprensione.
Giacomo Bagnara ha saputo affrontare questa sfida in maniera pragmatica e acuta dando vita ad un ensemble che lo racconta in una veste del tutto inedita. <s></s>
Un passo avanti, indubbiamente, e un passo – per così dire – altrove. La volontà di allontanarsi dalla carta stampata ha portato alla nascita di oggetti in cui il colore, comunque padrone, si trasferisce su nuove superfici che inducono sensazioni da cui le opere stesse traggono la propria forza ironica.
I titoli dei lavori esposti – Cages / Gabbie; Buds / Germogli; Blindness / Miope e Neverland / Terra di nessuno (per citarne alcuni tra quelli ripresi nel catalogo in distribuzione) – si propongono di sorprendere l’osservatore, cui strizzano l’occhio per renderlo il protagonista principale del processo di interpretazione e comprensione.
PROFILO
Giacomo Bagnara, classe 1987, è un illustratore e artista veronese. La passione per il disegno si è manifestata molto presto e nei primi lavori le idee e l’immaginario di allora prendevano forma velocemente, la penna ad inchiostro nero dominava lasciando pochissimo spazio al colore.
 Dopo la laurea in Architettura conseguita al Politecnico di Milano ha iniziato a lavorare come illustratore. Influenzato da Ettore Sottsass, Bruno Munari e altri “sospettabili” del panorama del design e dell’illustrazione, i suoi lavori, limpidi e vivaci, sanno tradurre un modo assolutamente personale di guardare – e vedere – ciò che lo circonda. Le forme pulite e morbide delle sue illustra-zioni riflettono la passione per la precisione e l’equilibrio, la sua è una palette composta per lo più di toni caldi, avvolgenti. La ricerca della forma perfetta è una costante all’interno del corpus di lavori di Giacomo Bagnara, la cui aspirazione massima è trovare il connubio perfetto tra semplicità formale e immediatezza di significato, nonché facilità di comprensione.
Collabora con clienti italiani e internazionali tra cui Corraini Edizioni, Die Zeit, Donna Moderna, El País Se- manal, GQ, Il Sole 24 Ore, Internazionale, Les Echos, Monocle, Sony, The Guardian, The New York Times, The New Yorker, Vanity Fair, Vita Magazine, Wired. Ha partecipato ad esposizioni collettive in Italia e all’estero, le più recenti: Highmath, Slow Culture Gallery, Los Angeles, 2014; Breda Graphic Design Festival, Breda, 2014; Kiblind n. 51 Cover, Point Éphémère, Parigi, 2015; Wall of Wally, Material Gallery, Londra, 2015; Pranzo Improvvisato, Triennale, Milano, 2015; Illustri Festival, Palazzo Chiericati, Vicenza, 2015; Tante volte sette, Galleria Fuori le mura, Verona, 2016; Oggetti in scena, Corraini in Piccolo, Milano, 2017.
I lavori di Giacomo Bagnara sono stati selezionati e riconosciuti da American Illustration e 3x3Magazine.

VERNISSAGE: venerdì 15 settembre 2017, ore 18.30
Music: djset Bri (Hula Night)
ESPOSIZIONE: dal 15 settembre al 15 novembre 2017
a cura di Sofia Bergamini

Condividi ora!