“Verona e le sue acque: Montorio, sorgive e “fossi”, …un patrimonio da conoscere”.

di admin
Edita dal “Comitato Fossi Montorio”, Verona, l’opera passa in dettagliata rassegna, acque, flora, fauna, territorio e storia.

Il lavoro – grande opera degli appassionati ed esperti della spettacolare zona di Montorio, Verona, Luigi Alloro, Paolo Bianchi, Paolo Ugo Braggio, Alida De March, Claudio Ferrari, Lucia Fiorini, Gianluca Franchi, Marco Pasa, Paola Tavella, Roberto Voltolina, Roberto Zorzin – è dato dato da 366 pp., Edizioni Scripta, Verona, 2017. Esso contempla, con grande rigore scientifico, numerosi aspetti ambientali di Montorio veronese e costituisce un’edizione ampliatissima del precedente volume, uscito nel 2006, a celebrazione del ventennale di costituzione del Comitato, che ha avuto luogo nel 1984. La nuova edizione, riservato, nel settore, dedicato a “Verona, da città d’acqua a città di terra”, grande spazio ad una, in buona parte inedita e interessantissima, storia di Verona e alle fonti acquifere, che del prezioso liquido la fornivano, tocca necessariamente, quindi, i seguenti temi: Le origini delle sorgenti, I fenomeni paleocarsici delle Torricelle e dei Monti Lessini; Passeggiando tra flora e vegetazione delle risorgive e dei corsi d’acqua; La fauna della vallata di Montorio e dei corsi d’acqua; Una storia costruita sull’acqua; Le sorgenti di Montorio; Sorgenti carsiche di Montorio (Monti Lessini-Verona): considerazioni sulle oscillazioni del livello idrometrico; Le qualità delle acque delle sorgenti; Passeggiando fra flora e vegetazione delle sorgive e dei corsi d’acqua; La carta delle isofreatiche della bassa Val Squaranto; Proposte di recupero naturalistico e manutenzione delle sorgive di Montorio; Riferimeti normativi e competenze, in fatto di acque. Siamo dinanzi ad un complesso di studi, di ricerche e di considerazioni, da non lasciarsi sfuggire, che richiedono attenzione, che creano cultura e che meglio vengono capite e ritenute se – nostro modesto suggerimento – ci si reca a Montorio veronese e se ne prende in considerazione de visu il pregiato territorio, le cui acque, coronate da invidiabile verde, creano uno straordinario paesaggio. Un libro, quindi da leggere, meditando, per trarre il meglio dallo stesso. Quanto al Comitato editore del volume, presieduto da Claudio Ferrari, esso ha come scopo principale, la realizzazione d’iniziative, volte alla conoscenza, alla promozione e alla tutela dell’ambiente e del territorio. Lo stesso organizza conferenze, visite guidate, corsi per adulti, attività didattiche, con gli alunni delle scuole di Montorio, e propone manifestazioni culturali. Realizza poster, opuscoli e materiali informativi. Ha pubblicato, inoltre: un libro che illustra la storia del Castello di Montorio; la prima edizione di “Le acque di Montorio”; un volume, sul “Tesoretto di Montorio; un opuscolo su “Forte John” (Preara); diversi pieghevoli, su tematiche diverse, ossia, la Dorsale, le Ville e la Chiesetta di San Micheletto, Mizzole. Con volontari, organizza giornate di pulizia, manutenzione del verde e di alcuni monumenti, curando la gestione di Forte John. Il Comitato svolge azioni di denuncia verso interventi, che mettono a rischio l’ambiente, il territorio e la salute dei cittadini e collabora con enti, presenti sul territorio, verso i quali convoglia le istanze e le proposte degli aderenti e della cittadinanza, emerse e discusse. durante incontri mensili, comitatofossimontorio@gmail.com.
Montorio Veronese, dunque, merita più di una visita, specie se si ama la natura in tutti i suoi diversi aspetti, che, posti in evidenza, nel volume sopra brevemente descritto, appaiono più evidenti, più facilmente rintracciabili e riconoscibili, durante un sopralluogo ad hoc, che creerà maggiore conoscenza di quanto offre la natura e, al tempo, massima soddisfazione.
Pierantonio Braggio

Condividi ora!